fbpx
©LivePhotoSport.it / Shutterstock.com

Lazio, caso Luis Alberto: la prima grana dell’era Sarri

L’assenza di Luis Alberto il primo giorno di raduno non è passata inosservata e dietro la sua mancata presenza si sono sviscerate diverse ipotesi. Già nella passata stagione il Mago aveva avuto alcune uscite a vuoto le quali poi erano state appianate dall’intermediazione di Simone Inzaghi. Ufficialmente il calciatore spagnolo ha chiesto dei giorni in più di vacanza in quanto la scorsa stagione per via della pandemia il calendario era stato rimodulato in senso restrittivo lasciando poco tempo tra la fine della vecchia stagione e l’inizio della nuova. La società sul punto al momento tace e non ha fatto sapere se prenderà provvedimenti.

Dietro questo atteggiamento però potrebbe esserci dell’insofferenza per cercare di forzare la mano per un aumento di ingaggio o una cessione. Al momento però nessuna società si è avvicinata alla Lazio con un’offerta per lo spagnolo e di certo Lotito non vuole privarsene a meno che non arrivi una somma davvero irrinunciabile.

In casa Lazio è tutto pronto per il ritiro ma ancora non è noto se Luis Alberto partirà domenica con la squadra oppure raggiungerà il gruppo dopo qualche giorno. Chiaro che la situazione dovrà essere gestita con le pinze dalla società, ma è chiaro che il caso Luis Alberto è la prima grana dell’era Sarri.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 895 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione