fbpx

Euro 2020, il riassunto di giornata: Spagna dall’inferno al paradiso, Petkovic elimina la Francia di rigore

Definito anche un altro quarto di finale che potrebbe riguardare la parte di tabellone dove c’è anche l’Italia. Due gare degli ottavi in cui non sono mancati gol ed emozioni con un andamento indecifrabile fino alla fine.

Alle 18 al Parken di Copenaghen la Spagna ha battuto i vice campioni del mondo della Croazia per 5-3, ma solo dopo i tempi supplementari. Dopo le iniziali fasi di studio al 20′ minuto arriva la topica del portiere della Spagna che Unai Simon che solo al limite dell’area di rigore manca un aggancio su retropassaggio di Pedri che così segna un clamoroso autogol. Il tempo di riordinare le idee ed prima della fine del primo tempo arrivava il pareggio delle furie rosse con Sarabia. Ad inizio ripresa la squadra di Luis Henrique va sul doppio vantaggio grazie ai gol di Azpilicueta e Ferran Torres. Quando tutto sembra ormai deciso arriva la reazione dei croati complici anche i cambi del tecnico Dalic, Proprio i subentrati Orsic e Pasalic firmano la clamorosa rimonta che si perfezione al 92′ minuto. Con l’inerzia tutta a favore dei croati era il portiere delle furie rosse che si riscattava e compiva un miracolo su tiro di Kramaric da 5 metri a botta sicura. Sul capovolgimento di fronte arrivava il gol di Morata con un grande aggancio e tiro sotto la traversa. Prima della fine del primo tempo supplementare arrivava il gol che chiudeva il match e portava la Spagna ai quarti di finale.

Alle 21 a Bucarest altra gara rocambolesca tra Francia e Svizzera . Al primo affondo passano gli elvetici con un colpo di testa di Seferovic. La squadra di Petkovic tiene bene il campo e chiude ogni varco ai transalpini che stentano a trovare le giuste contromisure. Nel secondo tempo ancora la Svizzera trascinata da Emobolo e Zuber incontenibili avrebbe l’occasione per raddoppiare quando il direttore di gara argentino Rapallini dopo aver consultato il Var concedeva la massima punizione. Dal dischetto si presentava Rodriguez che però si faceva parare il tiro da Lloris. Scampato il pericolo si scuotevano i francesi che in due minuti ribaltavano la gara grazie alla doppietta di Benzema. Con la Francia padrona del campo Pogba segnava un gol bellissimo con un tiro strepitoso a giro dai 30 metri. La Svizzera stordita, ma non abbattuta reagiva ed ancora con Seferovic trovava il gol che dava un senso al finale di gara. Anche in questo caso Petkovic azzeccava il cambio ed al 90esimo Gavranovic con una ripartenza fulminea trovava il gol dell’incredibile pareggio che portava la gara ai supplementari. Nei supplementari non mancavano le occasioni, soprattutto per la Francia ma il risultato non cambiava e si andava ai rigori dove segnano tutti tranne Mbappe che si lascia ipnotizzare da Sommer che porta la sua nazionale ai quarti di finale che si giocheranno a San Pietroburgo.

Risultati:

Croazia – Spagna 3-5 20′ Pedri (aut.), 38′ Sarabia, 57′ Azpilicueta, 77′ Ferran Torres, 85′ Orsic, 90’+2′ Pasalic, 100′ Morata, 103 Oyarzabal

Francia Svizzera: 0-1 15′ Seferovic, 57′ e 59′ Benzema, 75′ Pogba, 81′ Seferovic, 90′ Gavranovic

Rigori

Gavranovic (SVI) GOL

Pogba (FRA) GOL

Schaer (SVI) GOL

Giroud (FRA) GOL

Akanji (SVI) GOL

Thuram (FRA) GOL

Ruben Vargas (SVI) GOL

Kimpembe (FRA) GOL

Mehmedi (SVI) GOL

Mbappe (FRA) Parato

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 1039 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione