fbpx

Euro 2020, il riassunto della giornta: Impresa Ungheria, Spagna, Portogallo e Francia flop

Con le partite di oggi si è completato anche il quadro della seconda giornata dei gironi di eliminazione di questo Euro 2020. Non sono mancate le sorprese e c’è da registrare l’impresa da parte dell’Ungheria del tecnico italiano Marco Rossi che ha fermato la Francia campione del mondo ottenendo un prestigioso pareggio. Nella altre gare da registrare i flop di Spagna, fermata anch’essa sull’1-1 dalla Polonia ed il Portogallo che ha perso contro la Germania siglando il clamoroso record della manifestazione di due autoreti nella stessa partita.

In rodine cronologico la prima gara è stata quelle delle 15 a Baudapest nella Puskas Arena dove Ungheria e Francia hanno pareggiato per 1-1. I padroni di casa trascinati da oltre 60 mila spettatori dopo un primo tempo di attesa passavano in vantaggio al secondo minuto di recupero grazie ad un gol di Fiola. I transalpini non demordevano e nella ripresa cingevano d’assedio l’area di rigore magiara arrivando al pareggio a metà ripresa con Griezmann. Vani i tentativi di portare a casa la vittoria con l’Ungheria capace di difendersi con ordine per ottenere un punto storico per la nazionale.

Alle ore 18 alla Allianz Arena di Monaco di Baviera la Germania si è imposta sul Portogallo per 4-2. Dopo l’iniziale vantaggio di Cristiano Ronaldo nel primo quarto d’ora i lusitani riuscivano nel non invidiabile record di realizzare due autoreti prima dell’intervallo. I tedeschi galvanizzati dal pericolo scampato erano dirompenti ad inizio secondo tempo e si portavano sul 4-1 a mezz’ora dalla fine. La reazione d’orgoglio del Portogallo veniva finalizzata dalla rete Diogo Jota. L’assalto finale di Cristiano Ronaldo e compagni si fermava al legno colpito da Sanchez che avrebbe potuto riaprire la partita. Per il Portogallo nell’ultima giornata ci sarà una sfida da brividi con la Francia per capire se potrà accedere alla fase ad eliminazione diretta o no.

Nell’ultima gara di giornata a Siviglia la Spagna è stata fermata sull’-1-1 dalla Polonia. Gli iberici passavano in vantaggio con il giocatore della Juventus Morata a metà primo tempo. Qualche occasione fallita pr chiudere la gara anzitempo ed ad inizio ripresa Lewandowsky al 54′ minuto riusciva a portare in parità la sua squadra. Come nella gara contro la Svezia sterili i tentativi finali della Spagna che falliva anche un calcio di rigore con Gerard Moreno al 58′ minuto. Nell’ultima partita obbligo di vittoria per i spagnoli che dovranno battere la Slovacchia per aggiudicarsi il passaggio del turno. Possibilità anche per la Polonia qualora vincesse contro la Svezia.

Risultati:

Ungheria – Francia 1-1 45’+2′ Fiola, 66′ Griezmann

Germania – Portogallo 4-2 15′ Cristiano Ronaldo, 35′ Ruben Dias (aut.), 39′ Guerreiro (aut.), 51′ Havertz, 60′ Goesens, 67′ Diogo Jota

Spagna – Polonia 1-1 25′ Morata, 54′ Lewandowsky

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 724 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione