fbpx

Euro 2020: il riassunto della giornata

Nella terza giornata di questo campionato europeo c’è stato il debutto a Wembley dell’Inghilterra che ha regolato la Croazia grazie ad un gol di Sterling nel secondo tempo. Nei primi minuti dell’incontro c’è stato anche un grave incidente che ha colpito un tifoso di casa che nel tentativo di scavalcare le recinzioni che dividono le tribune dal campo è caduto battendo la testa. Le condizioni al momento risultano gravi e di certo non depongono a favore di questo Euro 2020 che è iniziato in maniera sfortunata.

Nella gara delle 18 a Bucarest l’Austria ha battuto la Macedonia del Nord per 3-1. Dopo il gol del vantaggio degli austriaci con Lainer arrivava il pareggio macedone con l’inossidabile Pandev. Nella ripresa però arrivavano in due gol che decidevano il match con Arnautovic che metteva a segno la rete del 3-1. Curiosità vuole che proprio Pandev ed Arnautovic erano stati compagni di squadra nell’Inter del triplete.

Nell’ultima gara di giornata ad Amsterdam l’Olanda di De Boer soffre le sette camice per avere la meglio sull’Ucraina di Shevchenko. Dopo un primo tempo finito 0-0 con molte occasioni dalle dagli Orange accadeva tutto nella ripresa. I padroni di casa andavano sul doppio vantaggio grazie ai gol di Wijnaldum e Weghorst. Con la partita che sembrava in ghiaccio nel giro di 4′ minuti arrivava l’uno due del l’Ucraina che raggiungeva il pareggio al 79′ con Yaremchuk. A cinque minuti dalla fine arrivava il gol di testa di Dumfries che decideva la partita.

Inghilterra – Croazia 1-0 57′ Sterling

Austria – Macedonia del Nord 3-1 18′ Lainer, 28′ Pandev, 78′ Gregoritsch, 89′ Arnautovic

Olanda – Ucraina 3-2 52′ Wijnaldum, 59′ Weghorst, 75′ Yarmolenko, 79′ Yaremchuk, 85′ Dumfries

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 1041 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione