fbpx

TATTICAMENTE PARLANDO – L’analisi dei goal di Turchia-Italia 0-3

Vincere per convincere. Così doveva essere e così è stato. Troppa poca Turchia per troppa Italia. Una grande prestazione da parte degli azzurri, che ieri sera in occasione della gara inaugurale di Euro 2020, hanno letteralmente strapazzato delle blande mezzelune con il punteggio di 0-3. Si dice che “chi ben comincia è a metà dell’opera”. Staremo a vedere, quel che è certo è che manca veramente tanto e che siamo soltanto all’inizio. Incominciare però in generale sempre una competizione, in questo caso gli Europei, con un netto successo all’esordio fa sperare molto. Ma a proposito di tale trionfo che oggi dopo mesi, ma con protagonisti diversi, torna la rubrica TATTICAMENTE PARLANDO, per analizzare in modo dettagliato tutte le tre reti della compagine di mister Mancini ai danni della Nazionale turca.

TURCHIA-ITALIA 0-1 (Aut. Merih Demiral al 53′)

Dopo una prima frazione di gioco dominata in lungo e in largo dall’Italia, cui però non è riuscita a trovare la rete per via di una solida difesa turca sino a quel momento, la Nazionale di mister Mancini al 53′ minuto della ripresa finalmente e in modo meritato sblocca la partita. L’azione dell’autogoal, parte addirittura dalla difesa. Il pallone arriva a Locatelli. All’altezza della metà campo a sua volta, con una verticalizzazione precisa trova un ottimo inserimento di Barella tra le linee avversarie. Delle marcature statiche della Turchia, permettono al centrocampista dell’Inter di avere tutto il tempo per poter pensare quale compagno servire, e la scelta ricade su Berardi. L’esterno d’attacco azzurro, si fa trovare al posto giusto e al momento giusto.

Ricevuta la sfera sulla fascia destra, poco prima dell’area di rigore, si affaccia in seguito in quest’ultima. Prima, puntando e saltando con successo il difensore avversario, Meras. Poi, mettendo quasi dalla linea di fondo un pallone forte in mezzo che fortuitamente sbatte in modo goffo sul petto di Demiral.

TURCHIA-ITALIA 0-2 (Ciro Immobile al 66′)

Il raddoppio italiano nasce da una bell’azione prolungata di Barella, che arrivato una volta quasi al limite dell’area di rigore, non tira bensì sceglie di servire un proprio compagno. Quindi, palla come in occasione del goal dello 0-1 a Berardi, sulla sua fascia destra. Il giocatore del Sassuolo mette in mezzo un cross con il conta a giri, preciso sul petto di Spinazzola. Quest’ultimo in una minima frazione di secondo, stoppa la sfera, si gira e con il destro va alla conclusione. Cakir con una prodezza rilevante respinge il suo tiro, basso e ben angolato verso il palo di destra. Il portiere della Turchia non può però far nulla invece poco dopo, sul tap-in vincente di Ciro Immobile, che con grande freddezza insacca il pallone del doppio vantaggio.

TURCHIA-ITALIA 0-3 (Lorenzo Insigne 79′)

Rinvio sbagliato del portiere turco Cakir, che va a finire sui piedi di Berardi. L’attaccante dell’Italia, questa volta decentrato rispetto al suo ruolo eseguito in tutta la partita, per poter raccogliere il regalo avversario, cede la palla a Barella che a sua volta la lascia ad Immobile. Il calciatore campano, dopo il goal messo a segno, fornisce anche un assist. Guarda caso, per Insigne, suo compaesano. Che dopo le due occasioni fallite durante l’arco del match, completamente dimenticato sulla fascia sinistra dalla difesa delle mezzelune, si iscrive anche lui al tabellino della sfida con uno dei suoi classici tiri a giro imprendibili.

Alessio Giordano

Sono un giovane ragazzo romano di 17 anni, innamorato dello sport in generale ma in particolar modo del calcio, con il sogno nel cassetto di lavorare un giorno come giornalista sportivo. Nonostante la mia età, credo di star anticipando nettamente i tempi. Attualmente infatti, collaboro per le seguenti testate giornalistiche: NoiBiancocelesti e SuperNews.

Alessio Giordano ha 85 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Alessio Giordano