fbpx

Lazio, nuovo tecnico: la società al lavoro, tentativi concreti dalla prossima settimana

Dopo la clamorosa fine del rapporto tra la Lazio e Simone Inzaghi, si è scatenato subito quello che è un vero toto-allenatore. Le scelte possibili svariano tra nomi concreti e vere e proprie suggestioni. Siamo di fronte ad uno scenario che oltre ad aver preso alla sprovvista i tifosi ha lasciato basita anche la dirigenza che ora si trova di fronte ad una scelta molto complicata per diversi motivi.

Pian piano col passare delle ore si sta raffreddando la pista che porta a Sinisa Mihajlovic, molto gradito all’ambiente. La sensazione è che Mihajlovic, però, non sia ancora convinto e comunque si vedrà con i dirigenti del Bologna il 1 giugno come confermato dall’AD Fenucci. Solo sondaggi per Vincenzo Italiano che è ancora legato allo Spezia fino al 2022, mentre sembrano abbandonate le soluzioni che portano a Luca Gotti e Walter Mazzarri.

Quella che inizialmente era solo una suggestione sta invece prendendo corpo, infatti, è previsto un incontro tra Maurizo Sarri e la dirigenza della Lazio. Sarebbe di certo un colpo ad effetto, ma comporterebbe una rivoluzione tattica visto che il tecnico toscano ha sempre giocato con la difesa a 4. Sarri comunque è seguito anche dal Tottenham e ciò potrebbe comportare dei costi d’ingaggio molto alti.

Dietro Sarri si sta muovendo anche un’altra clamorosa ipotesi che porta a Nuno Espirito Santo, portoghese che ha da poco lasciato il Wolverhampton, squadra nell’orbita del potentissimo procuratore Mendes che già ha aiutato la Lazio nella cessione di Keita al Monaco. Il tecnico portoghese, invece, potrebbe significare continuità a livello tattico visto che da anni gioca con un 3-5-2 oppure un 3-4-2-1 che somigliano molto al modulo utilizzato da Inzaghi.

Dall’estero le suggestioni potrebbero venire da tre nomi di cui due ex laziali come Sergio Conceicao, vicinissimo al Napoli qualche giorno fa, e Dejan Stankovic fresco di rinnovo con la Stella Rossa Belgrado.

Quella che per i tifosi sta diventando un’ossessione per avere il prima possibile il sostituto di Inzaghi non lo è per la società che si prenderà del tempo per valutare al meglio tutte le possibili soluzioni. Al momento, però, sembra che si proverà a contattare tecnici di prima fascia per verificare la possibilità di un accordo tecnico-economico e soltanto dopo aver escluso questi si cercherà una soluzione diversa, magari puntando su un tecnico emergente o di esperienza. Dei tentativi veri e propri però avverranno solo dalla prossima settimana, in quanto al momento si sta soltando sondando il terreno per verificare le varie disponibilità.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 995 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione