fbpx

Lazio – Inzaghi, il giorno della verità: Le posizioni delle parti e la necessità di una decisione immediata

Ci sarà in serata l’incontro tra la dirigenza della Lazio e Simone Inzaghi per definire una volta per tutte il rinnovo del contratto con il tecnico o la definitiva rottura. Il gioco delle parti finora ha portato a dichiarazioni di stima da parte di Inzaghi nei confronti di Tare e viceversa, mentre Lotito è rimasto in silenzio. Il tema del contendere però rimane non quello economico, ma quello tecnico legato alle future scelte di mercato ed alla richiesta del tecnico di proseguire il progetto di crescita che quest’anno ha per la prima volta effettuato un passo indietro rispetto agli anni passati.

E’ sotto gli occhi di tutti come il tecnico piacentino abbia bocciato quasi completamente gli acquisti fatti nelle ultime sessioni di mercato che non hanno portato a nuovi innesti nella rosa dei titolari eccezzion fatta quest’anno per Reina che però è stata inizialmente una soluzione di emergenza. Nel finale di stagione Fares è stato rimpiazzato da un Lulic in scadenza di contratto e non certo all’apice della carriera. Muriqi ha faticato per tutta la stagione e quando è stato impiegato con continuità ha fatto vedere dei limiti tecnici che pongono un serio e quasi insormontabile punto di domanda sul suo acquisto. I due acquisti più onerosi della scorsa campagna acquisti hanno confermato quanto fatto in precedenza da Vavro, da Berisha, da Durmisi e così via.

Inzaghi questa volta non vuole sottostare a certe imposizioni e chiede maggiore voce sul capitolo mercato per avere a disposizione calciatori che anche lui ritiene funzionali al progetto e che non siano solo valutati da Tare.

Lotito a sua volta vuole avere la certezza che dal prossimo anno in poi si abbia una comunione di intenti tra tecnico e direttore sportivo per non depauperare le risorse della società. L’aver speso oltre 30 milioni per due calciatori che si sono rivelati dei flop lo ha portato seriamente a valutare la posizione sia di Inzaghi e Tare e gli incontri che si sono succeduti fino ad oggi non hanno mai avuto un carattere decisorio. Il Presidente ha ascoltato le due campane ed ha voluto attendere il finale di stagione per decidere.

All’ombra di questa situazione è nelle ultime ore rimbalzata la voce di un’interesse dell’Inter per Inzaghi se Antonio Conte dovesse lasciare la panchina neroazzurra. Nulla di concreto al momento visto che a Milano le cose non sono ancora state decise e ripensamenti sono dietro l’angolo, come quello fatto da De Laurentiis con Sergio Conceicao.

Se Lotito vorrà proseguire con Inzaghi e Tare dovrà deciderlo già stasera perchè domani potrebbe essere troppo tardi.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 870 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione