fbpx
As Roma 01/12/2019 - campionato di calcio serie A / Lazio-Udinese / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Ciro Immobile

Lazio: le pagelle della stagione – ATTACCANTI

Immobile: 7,5 Era impensabile che si ripetesse ai livelli della scorsa stagione. Ha comunque trascinato la squadra nei momenti difficili ed alla fine i numeri sono dalla sua parte. 25 reti e 8 assist in stagione sono un’ottimo bottino per una squadra che ha avuto un calo di prolificità in avanti. Pesano i 4 rigori falliti e la 9 giornate di astinenza consecutive in campionato altrimenti lo score sarebbe stato ancora più prestigioso. Rimane comunque un punto di riferimento anche a livello di gioco perchè il suo continuo movimento ha da un lato peggiorato la sua freddezza sotto porta a vantaggio del bene della squadra che ne ha trovato giovamento.

Correa: 6,5 Assente ingiustificato in campionato per larghi tratti di stagione, si è sempre dimostrato pronto in Champions League che come competizione gli si addice di più per le caratteristiche tecniche. I numeri sono simili a quelli della scorsa stagione perchè alla fine ha realizzato 11 gol e 6 assist che sembrano però pochi per un calciatore con le sue doti tecniche. Nella parte finale si è acceso ed infatti la squadra ha ricominciato a segnare molto di più. Peccato che è stato troppo tardi, ma nel complesso il Tucu ha impreziosito la sua stagione con gol la doppietta al Milan e le reti che sono valse la qualificazione agli ottavi di Champions al Bruges.

Caicedo: 7 E’ stato l’unica alternativa di livello dell’intera rosa capace di non far rimpiangere i titolari. Il Panterone è stato provvidenziale in numerose occasioni dimostrandosi pronto ad essere decisivo anche a partita in corso. Purtroppo la fascite plantare lo ha messo praticamente fuori dai giochi nell’ultimo mese e mezzo in cui non si è mai allenato ed ha giocato in condizioni precarie. Rimane da capire per il prossimo anno le sue condizioni per poter puntare ancora su di lui o intervenire sul mercato.

Muriqi: 4 Al di là dei soldi spesi per il suo cartellino il kosovaro ha fallito completamente la stagione mettendo in mostra dei limiti tecnici veramente insormontabili per la categoria e per il ruolo per cui è stato acquistato. 2 sole reti e una miriade di prestazioni insufficienti lo hanno reso alla fine anche un peso per il tecnico che ha dovuto insistere su di lui. Mai un guizzo di testa, mai una giocata di potenza è sembrato sempre lento nelle movenze e goffo con la palla tra i piedi. Avrebbe avuto anche delle attenuanti, come il covid e la mancata preparazione, ma a lungo termine non reggono perchè in una stagione non ha mostrato in una sola occasione qualche qualità importante. Meriterebbe un’altra possibilità? No, ma ad oggi è davvero complicato trovare qualcuno che anche parzialmente investa su di lui. Il contratto firmato per 5 stagioni a 2 milioni di euro lo rendono anche difficilmente collocabile in Italia per formazioni di secondo piano.

Pereira: 5 Anche lui era arrivato con buone recensioni e sembrava essere un jolly perfetto per sostituire sia Correa che Luis Alberto. Ha avuto veramente poco spazio, ma non ha mai sfruttato bene le opportunità avute. Di lui si ricorda solo una buona mezz’ora a Dortmund e nulla più. Avrebbe avuto i mezzi per fare meglio, ma forse la giovane età e la voglia di dimostrare lo hanno tradito nel finale di stagione dove ha commesso diverse ingenuità anche dal punto di vista disciplinare. Il fatto di essere un giocatore solo in prestito con un diritto di riscatto mostruoso lo ha relegato anche più indietro nelle gerarchie del tecnico per favorire calciatori di proprietà.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 602 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione