fbpx

Caos a Benevento, il Presidente Vigorito ed il DS Foggia contro Mazzoleni ed il Var

Il Benevento perde la sfida salvezza contro il Cagliari, ma a far discutere è un calcio di rigore prima assegnato da Doveri e poi tolto dopo il richiamo al Var da parte di Mazzoleni. Il contatto tra Viola ed Asamoah nel finale di partita sul punteggio di 1-2 per i sardi di certo ha avrà un peso non indifferente sulla lotta salvezza.

Intervenuto nel post-gara ai microfoni di Sky il Presidente Vigorito si è scagliato contro il Var Mazzoleni.

“Credo che tutti abbiano visto cosa è successo. Si può fare a meno di filosofia. Tutti hanno visto tranne il signor Mazzoleni. Mi sono arrivati messaggi da Napoli. Se vogliamo uccidere una squadra del Sud si manda Mazzoleni. Non ho mai detto una parola sull’arbitro. Se gli arbitri non guardano nemmeno la Var… Hanno trovato solo un’altra scusa per le loro caz…te. Non sono un presidente normale, non ho mai detto nulla contro gli arbitri. Questi signori devono uscire dal calcio. Non è uno sfogo, ma una denuncia. Bisognerebbe analizzare le immagini”.

L’ira di Vigorito poi non ha risparmiato anche i commentatori di Sky “Non faccia commenti sulle mie parole, per favore! Metta in onda le immagini invece di parlare di sfogo. Parliamone adesso di errori, non domani.  Non le pare strano che dopo sette giorni lo stesso tocco qui sia diventato leggero? Non era della stessa intensità di quello di Osimhen? Questo è un fallo o no? Non è uno sfogo”. Vigorito continua: “Non credo nella sfortuna, il Benevento è colpevole delle cose di cui è colpevole ed è innocente delle cose di cui sono colpevoli altri. Noi abbiamo gettato dieci punti, ma non sono colpevole di chi guarda il Var in maniera diversa di domenica in domenica. Non siamo più capaci come squadre medio-piccole di avere equilibrio nei risultati. Se l’intera stampa e l’intera tecnologia si comportano come oggi di questo non è colpevole il Benevento

Dello stesso avviso anche il DS dei campani Pasquale Foggia che avrebbe stigmatizzato la condotta degli arbitri ed in particolare di Mazzoleni.

Se hai una coscienza, il leggero contatto te lo devi rivedere (si riferisce al fallo di Duncan su Viola in area di rigore, ndr). Qui ci giochiamo la vita. Tu hai la coscienza sporca sia da arbitro che da VAR”. 

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 602 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione