fbpx

Fiorentina – Lazio: Le pagelle

Reina: 6 Incolpevole sul primo gol tiene in piedi la gara con due parate nella ripresa. Qualche piccola responsabilità nella seconda rete.

Marusic: 5,5 Compie un bell’intervento ad inizio gara fermando Vlahovic lanciato a rete. Sbaglia in occasione del vantaggio dei viola dove non controlla Castrovilli che va via troppo facilmente. Cerca di tenere botta nella ripresa ed è il meno peggio di un reparto difensivo allo sbando.

Acerbi: 4 Soffre Vlahovic che fisicamente lo sovrasta in tutta la gara. Sbaglia in occasione del primo gol rimettendo in gioco un pallone che sarebbe andato in fallo laterale. Svagato nella ripresa dove non riesce mai a tenere unito il reparto

Radu: 4,5 Sbaglia in avvio un retropassaggio omicida che è il preludio di una prova deludente e sotto tono. Cerca con Lulic di dare brio alla manovra offensiva, ma solo in avvio trova un cross che decente. Male nella ripresa dove viene sostituito per cercare di dare più peso in avanti.

Muriqi (dal 74′): 5 Un colpo di testa che è un passaggio per Dragowski e niente più.

Lazzari: 5 Parte con il freno a mano tirato e finisce in riserva. Non riesce mai ad andare via a Biraghi e trotterella a basso ritmo senza aggredire.

Luiz Felipe (dal 63): 5 Rientro shock con un cartellino giallo, tanti falli e la disattenzione sul calcio d’angolo che regala il secondo gol della Fiorentina.

Milinkovic: 6 Salvate il Sergente che in questa gara è stato uno dei pochi a cercare di costruire qualcosa. Dalla sua testa nasce un assist che Correa sciupa banalmente. Pesca Immobile in un paio di occasioni senza che il centravanti riesca ad essere pericoloso. L’unico che mantiene la calma nella bagarre del secondo tempo.

Leiva: 5,5 Gara non certo esaltante, ma dopo la sua uscita in mezzo al campo la Lazio crolla drasticamente iniziando a fare confusione. Nella prima parte di gara non fa nemmeno male, ma l’ammonizione ed una forma precaria lo portano ad uscire anzitempo.

Cataldi (dal 63′): 4,5 Non è un regista e lo dimostra oggi più di altre volte. Tanta confusione in attacco e troppo leggero in difesa.

Luis Alberto: 5 Gioca sotto ritmo e non si avvicina mai all’area di rigore. Prova poco a verticalizzare e si limita a fare troppi passaggi semplici. Da lui ci si aspetta molto di più. Bisogna togliergli la battuta dei calci da fermo che non portano mai a nulla di buono.

Akpa Akpa (dal 74′): 5 Se si cerca la riscossa dalla sua entrata in campo siamo alla frutta. Buon rincalzo, ma per ribaltare la gara servirebbe qualcosa di molto meglio.

Lulic: 5,5 Prestazione sotto tono, ma almeno fino a quando è in campo Venuti non riesce mai ad arrivare sul fondo e la squadra sembra più compatta.

Pereira ( dal 63′): 3 Tanta frenesia ma nulla più. Ce l’ha con il mondo ma dovrebbe avercela con se stesso.

Correa: 4 Fallisce un gol ad inizio gara che poteva indirizzare il risultato in maniera diversa. Si spegne per larghi tratti e si vede solo quando deve protestare a fine gara.

Immobile: 4 Serata no. Sbaglia gol facili anche se viziati dal fuorigioco, nella ripresa si eclissa e non la vede mai.

Inzaghi: 4 Presenta una squadra spenta a dire poco. Si fa imbrigliare dalla tattica di Iachini ed in novanta minuti non trova una contromisura. I cambi di giocatori e di modulo peggiorano addirittura una situazione già precaria.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 870 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione