fbpx

Roma – Manchester, Sky e la solita telecronaca con la sciarpetta al collo

Prima della gara d’andata Sky aveva presentato la sfida tra Roma e Manchester United come la sfida che avrebbe potuto riabilitare il derelitto calcio italiano al cospetto dello strapotere dimostrato in questa stagione dalle squadre della Premier League.

Non è bastato il sonoro 6-2 dell’Old Trafford alla coppia Caressa-Bergomi per mettere in scena l’ennesima telecronaca surreale con la squadra giallorossa incensata ad ogni singola occasione offensiva. Purtroppo però questo cozza con la realtà che ha visto la squadra di Solskjær fare uso cospicuo del turnover, rinunciando a diversi titolari e controllare il match senza mai andare in affanno.

Come se nulla fosse per il magico duo ha sciolinato frasi del tipo “E’ un peccato per la gara d’andata. Non c’era questo divario tra le due squadre”, “nel calcio non si può mai dire (e via di risatine)” “Beh due gol in pochi minuti (e via di risatine)”. Non si può chiudere gli occhi di proposito per non ammettere la realtà dei fatti che seppur dura deve essere narrata agli utenti. Tutti questo per accattivarsi una tifoseria oppure per creare “phatos” in una gara che non ha mai avuto un senso sportivo vero e proprio.

Con i migliori calciatori delle squadre in panchina e con molti primavera in campo il finale di gara è la testimonianza di una qualificazione mai messa in discussione. Quello che è certo è che la riabilitazione del calcio italiano deve passare anche per una corretta informazione che ci mette di fronte pregi e difetti di tutte le squadre anche se questo può gettare nello sconforto alcuni clienti-tifosi.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 864 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione