fbpx

Caso Suarez: PM di Perugia accusano l’avvocato della Juventus

Non è certo un periodo sereno quello della “Vecchia Signora” del calcio italiano. Non bastavano le grane per Agnelli & C. dovute allo sgretolarsi del progetto Super League. Nella giornata di ieri la Procura della Repubblica di Perugia hanno chiuso la fase delle indagini sul caso Suarez e, pertanto, non avendo disposto l’archiviazione del fascicolo con tutta probabilità si arriverà alla richiesta di rinvio a giudizio per i cinque indagati che sono l’ex rettrice dell’Università per Stranieri Giuliana Grego Bolli, al direttore generale Simone Olivieri, ai due professori Stefania Spina e Lorenzo Rocca (che ha già patteggiato una pena) e a Maria Turco, legale della Juventus. Il reato a loro ascritto è falso ideologico in concorso.

Dalle carte dei PM emerge come l’avvocatessa Turco sia stata “in qualità di legale incaricato dalla società Juventus, quale concorrente morale e istigatrice” in quanto la sessione d’esame di Suarez del 17 settembre 2020 “veniva istituita ad personam solo per consentire al calciatore di ottenere, nei tempi richiesti dalla Juventus e all’esito di una fittizia procedura di esame, la certificazione linguistica”.

Per i vertici dell’ateneo umbro i reati ascritti sono ancor più gravi in quanto accusati anche di rivelazione di segreto d’ufficio in concorso per aver fornito anzitempo il contenuto dell’esame prima che lo stesso si svolgesse. Il fine dell’Università era quello di ottenere dei vantaggi economici attraverso una collaborazione con la società bianconera “derivanti dalla prospettata attivazione di un rapporto convenzionale con la Juventus per future collaborazioni nel settore della formazione linguistica di calciatori stranieri, anche del settore giovanile, e dalla diffusione a a livello internazionale dell’immagine dell’Ateneo, sui principali media nazionale ed esteri”.

Sospeso invece il fascicolo d’indagine a carico del DS della Juventus Fabio Paratici e dell’altro legale bianconero Luigi Chiappero in attesa della definizione del fascicolo principale.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 377 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione