fbpx

LIVE Superlega, fuori tutte le inglesi

I 12 club fondatori della Superlega si riuniranno in tarda serata (alle 23:30) in una riunione di urgenza. L’ipotesi di uno scioglimento immediato della nuova competizione non è così impensabile. Nel pomeriggio diverse squadre inglesi sono state contestate dai propri tifosi e sembrerebbero essere propense ad abbandonare il progetto, Chelsea e Manchester City in primis. Anche Atletico Madrid e Barcellona si aggiungono alla lista degli scettici. Inoltre nel giro di 24 ore alcuni calciatori, allenatori e addetti ai lavori, si sono apertamente schierati contro il nuovo trofeo.

Resterà da vedere se un eventuale scioglimento della Superlega sia effettivamente dettato dal malcontento popolare oppure da un accordo tra i 12 club e la UEFA. Ci saranno evoluzioni nelle prossime ore e nella giornata di domani.

Gli aggiornamenti

Ore 00.02

Secondo quanto riportato dalla BBC tutte le sei squadre di Premier League hanno deciso di rinunciare definitivamente alla Superlega europea. Al momento l’unico club a dare l’annuncio ufficiale è stato il Manchester City, mentre erano emersi da alcune ore rumors sull’uscita di scena del Chelsea. Anche la decisione di Ed Woodward di lasciare il Manchester United è stato decisamente indicativo.

Ore 22.55
Domani Andrea Agnelli, presidente della Juventus, rivelerà tutti i dettagli della nuova Superlega in un’intervista esclusiva al Corriere dello Sport. Resta da capire però quale sarà il futuro della nuova competizione europea dopo il dietrofront di molti dei club fondatori.

Ore 22.45
Anche il Tottenham è pronto a fare un passo indietro. Secondo quanto riportato dal The Mirror, il club inglese andrebbe ad unirsi a Chelsea Manchester City, pronti a dire addio alla Superlega. “Bentornati nella famiglia del calcio europeo”, queste le parole di Aleksandar Ceferin, presidente della Uefa, che ha dato il bentornato al Manchester City dopo nota ufficiale con la quale comunicava l’intenzione di uscire dalla Superlega. Ha aggiunto: “Hanno mostrato grande intelligenza nell’ascoltare molte voci, specialmente dei loro tifosi”.

Ore 22.28
Il Manchester City annuncia ufficialmente di aver avviato le procedure per ritirarsi dal gruppo che sta sviluppando piani per la Superlega.

Il capitano del Liverpool lancia un messaggio sui social

Ore 22.25
Jordan Henderson, capitano del Liverpool, ha pubblicato sui social un appello: “Non ci piace e non vogliamo che accada. Questa è la nostra posizione collettiva. Il nostro impegno verso questo club e i suoi tifosi è assoluto e incondizionato”.

Boris Johnson sul dietrofront di Chelsea e Manchester City

Ore 22.15
Boris Johnson, primo ministro del Regno Unito, ha commentato dietrofront dei club inglesi su Twitter: “La decisione di Chelsea e Manchester City è, se confermata, assolutamente quella giusta e per questo li elogio. Spero che gli altri club coinvolti nella European Super League seguano il loro esempio”.

Le parole di Frongia

Ore 21.45
“Anche noi nutriamo forti perplessità sulla Superlega. Ho una visione romantica del calcio, che e’ un gioco. L’operazione e’ quanto più distante dal sentimento dello sport, ma non siamo ingenui e il business fa gia’ parte del calcio”. Queste le parole di Daniele Frongia, assessore allo sport, alle politiche giovanili e ai grandi eventi di Roma Capitale e commissario straordinario per la manifestazione Uefa Euro 2020, intervenuto a Tg2 Post. “La Superlega e’ una operazione che non convince assolutamente e impatta sulla natura stessa del gioco del calcio”, ha aggiunto.

Arsenal e Manchester United pensano al dietrofront

Ore 21.40
Dopo Chelsea Manchester City, secondo indiscrezioni provenienti dall’Inghilterra, anche Arsenal Manchester United avrebbero deciso di fare dietrofront, tirandosi fuori dalla Superlega. Dei sei club di Premier che avevano inizialmente aderito alla nuova competizione, al momento solo Liverpool Tottenham non avrebbero ancora rinunciato.

La Uefa e sull’articolo 49 del suo statuto

Secondo quanto riportato dall’Ansa, si tratterebbe dell’articolo 49 del suo statuto. Nel documento si legge che la confederazione presieduta da Ceferin è l’unica autorizzata ad organizzare competizioni ufficiali in Europa. Per ogni altra competizione è quindi obbligatoria la sua approvazione.

L’ad del Manchester United si dimette

Ore 21.15
Secondo quanto riportato da TalkSport, Ed Woodward, vicepresidente esecutivo e amministratore delegato del Manchester United, avrebbe rassegnato le dimissioni dopo il caos scoppiato in seguito alla nascita della Superlega.

I 12 club fondatori discuteranno lo scioglimento: incontro questa sera

Ore 20.38
Novità importanti attese nelle prossime ore. Secondo quanto riportato da TalkSport, vista la situazione, i 12 club fondatori dovrebbero incontrarsi questa sera per discutere dello scioglimento della Superlega.