fbpx

Mourinho non è più l’allenatore del Tottenham, il clamoroso retroscena

Josè Mourinho è stato esonerato questa mattina dal ruolo di capo allenatore del Tottenham. I risultati deludenti di questa stagione che vedono gli Spurs fuori dall’Europa e soltanto settimo in campionato a cinque lunghezze dal quarto posto non sarebbero però le reali motivazioni alla base del suo allontanamento.

Secondo voci sempre più attendibili provenienti dal Regno Unito il tecnico portoghese infatti non avrebbe gradito la decisione del club di entrare nella Super League e si sarebbe rifiutato di svolgere l’allenamento mattutino con la squadra. Il club londinese infatti farà parte della neonata competizione insieme ad altri 11 club, tra cui Juve, Milan ed Inter. 

Con un comunicato gli Spurs hanno fatto sapere che fino al termine della stagione, il sostituto di Mou sarà Ryan Mason allenatore dell’under 23. Non è ancora nata la nuova Superlega, ma sembra che già ci sia stato il primo esonero.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 1020 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione