fbpx
Foto di Claudio Pasquazi

Verona-Lazio: Problemi in difesa per tutti, formazioni da inventare

Verona e Lazio si preparano ad affrontare la sfida, in programma domenica 11 aprile alle ore 15:00, entrambe reduci da una vittoria. I biancocelesti vengono da tre successi consecutivi molto sofferti, dall’altra parte i gialloblu hanno portato a casa solo 3 punti nelle ultime 4 partite disputate.

Gli uomini di Inzaghi sono in piena lotta per il quarto posto, mentre il campionato del club veneto sembra già finito. La salvezza è ampiamente raggiunta da tempo e la zona Europa è troppo lontana. Il Verona, inoltre, ha portato a casa solo 11 punti in 10 partite nel girone di ritorno, contro i 18 in 9 match ottenuti dalla Lazio. Nonostante questo è assolutamente vietato sottovalutare gli scaligeri. Infatti, nel corso della stagione, l’Hellas si è rivelato un avversario ostico per tutte le grandi squadre. Juventus, Milan, Atalanta, Napoli e Roma hanno perso punti contro la compagine veronese e, la stessa Lazio, è uscita sconfitta nella gara d’andata dell’Olimpico.

I punti di forza del Verona

La squadra di Juric ha nella sua arma migliore l’intensità, la capacità di pressare costantemente a tutto campo gli avversari. I pericoli maggiori, per i capitolini, possono arrivare dalle fasce con l’ex Faraoni sulla destra e Di Marco o Lazovic sulla sinistra. Un altro fattore della manovra offensiva scaligera sono gli inserimenti di Barak (7 gol in campionato per il ceco) e la qualità di Zaccagni. La Lazio è chiamata a fare una grande prova dal punto di vista atletico e sarà fondamentale per i biancocelesti far valere la propria superiorità tecnica.

Simone Inzaghi sa come battere Juric, negli scontri diretti con il croato ha portato a casa 3 vittorie, 2 pareggi ed 1 sconfitta. Per il mister piacentino, che però non sarà in panchina, sarebbe fondamentale ritrovare i gol di Ciro Immobile che in campionato mancano da due mesi. L’attaccante della nazionale ha un ottimo score con l’Hellas Verona, da quando è a Roma, ha messo a segno 7 reti in 5 gare contro i gialloblu, realizzando una tripletta e due doppiette.

Le probabili formazioni

La Lazio è in emergenza, dovrà fare a meno di tre titolari, dato che non ci saranno gli squalificati Lazzari e Correa oltre all’infortunato Luiz Felipe. Al posto del “Tucu”, Inzaghi, si affiderà ad uno tra Caicedo e Muriqi, con il Panterone nettamente favorito. In difesa, sul centro destra, è ballottaggio tra Marusic e Patric. Quest’ultimo non è ancora pienamente recuperato e molto dipenderà dagli ultimi due allenamenti di oggi e domani. Se lo spagnolo non dovesse recuperare scalerebbe Marusic nel terzetto difensivo con Lulic e Fares sulle fasce. Meno plausibile un impiego di Musacchio. A centrocampo è da monitorare la situazione Luis Alberto anche se si farà di tutto per farlo scendere in campo.

Al Verona mancherà Lovato per squalifica, il difensore era diffidato ed ha rimediato un’ammonizione lo scorso sabato. Alla lista degli indisponibili si aggiungono anche Cetin e Vieira, in dubbio la presenza di Gunter. I diffidati biancocelesti sono Acerbi, Fares e Caicedo; mentre nei gialloblu solo Ceccherini e Sturaro. Entrambe le squadre dovranno fare a meno dei propri allenatori, Juric squalificato per aver insultato Semplici nella sfida di Cagliari mentre Inzaghi è stato fermato mercoledì dal Covid (Inzaghi e tutta la sua famiglia positivi). In panchina andranno Matteo Paro e Massimiliano Farris.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Ceccherini, Dimarco; Faraoni, Veloso, Tameze, Lazovic; Barak, Zaccagni; Lasagna. 

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lulic, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Fares, Caicedo, Immobile.