fbpx

Lazio – Spezia: Probabili formazioni. Inzaghi col dubbio Pereira. Italiano si affida a Nzola

Alla vigilia della gara contro lo Spezia le prove tattiche di Inzaghi hanno dato alcune indicazioni in merito all’undici titolare che scenderà in campo.

Accertata l’assenza di Luis Alberto, come aveva già anticipato mercoledì, ci sono buone possibilità di vedere Pereira dal primo minuto. Un’opportunità importante per il brasiliano che è stato lodato anche dal mister in conferenza stampa.

Sulla linea difensiva i dubbi sono sull’impego di Patric che oggi non ha terminato la seduta di allenamento per il riacutizzarsi di un dolore alla schiena. Con Hoedt e Musacchio finiti fuori dai radar del tecnico piacentino con molta probabilità, se lo spagnolo non dovesse farcela, ci sarà l‘arretramento di Marusic sulla linea difensiva, mentre a sinistra si prospetta una staffetta tra Lulic e Fares, tornato a disposizione.

In attacco Immobile ha superato ogni perplessità e guiderà l’attacco biancoceleste insieme a Correa.

Giornata importante per Radu che dovrebbe superare il record di Favalli e diventerà il calciatore con 402 presenze il calciatore che ha disputato più gare con l’aquila sul petto.

Lo Spezia di Italiano, invece, scenderà nella capitale senza alcuni uomini importanti.

Dell’Orco, Ramos, ma soprattutto Saponara ed Esteves non sono partiti per via di alcuni problemi fisici. Recuperano invece Provedel e Galabinov.

I liguri quindi si dovrebbero affidare a Nzola al centro dell’attacco al posto del giovane Piccoli, mentre a centrocampo senza l’argentino Esteves si dovrebbe vedere titolare il brasiliano Leo Sena accanto a Ricci e Maggiore.

Probabili formazioni:

LAZIO: Reina, Marusic, Acerbi, Radu, Lazzari, Milinkovic, Leiva, Pereira, Lulic, Correa, Immobile all.: Inzaghi a disp.: Strakosha, Alia, Musacchio, Hoedt, Parolo, Escalante, Cataldi, Fares, Akpa Akpro, Muriqi, Caicedo.

SPEZIA: Zoet, Vignali, Ismajli, Terzi, Marchizza; Leo Sena, M. Ricci, Maggiore; Verde, Nzola, Gyasi all.: Italiano a disp.: Provedel, Erlic, Ferrer, S. Bastoni, Chabot, Pobega, Acampora, Agoume, Galabinov, Farias, Agudelo, Piccoli.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 215 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione