fbpx

NOIFANTACALCISTI- Tra sorprese e delusioni

Mentre ci accingiamo ad entrare nell’ultima parte di campionato, è tempo di bilanci per la Serie A e per noi amanti del fantacalcio. In questo campionato abbiamo avuto molte sorprese e altrettante grandi delusioni. Andiamo a scoprire top e flop reparto per reparto:

PORTA E DIFESA

Capitolo portieri, il titolare con la fantamedia più alta è Gollini: L’atalantino infatti nelle 16 gare disputate ha subito soltanto 16 gol e ha parato 2 rigori. Se guardiamo soltanto alla media voto, la più alta risulta essere quella di Alessio Cragno, cioè di 6.36. Il portiere sardo però paga una fase difensiva non impeccabile del Cagliari, squadra che ha subito 48 gol in 28 partite.

Tra i portieri che hanno deluso troviamo Strakosha, Meret e Sirigu. L’albanese è sceso nelle gerarchie di Simone Inzaghi perdendo il posto da titolare a favore di Pepe Reina. Il portiere del Napoli invece è in costante ballottaggio con Ospina, uscendone per la maggior parte delle volte sconfitto. Sirigu invece sembra essere lontano dai livelli del passato: 25 volte schierato, 46 gol subiti.

Discorso difesa: oltre ai noti Gosens (9 gol e 5 assist), Theo ( 4 gol e 4 assist) e Hakimi (6 gol e 4 assist) meritano La nostra attenzione due esterni, Cuadrado e Spinazzola: il primo è autore di ben 6 assist, il secondo ha realizzato 2 gol e 4 assist.                                                                                                                   Tra le sorprese troviamo Bremer, difensore centrale del Torino autore di ben 4 reti, Mancini (4 gol e 2 assist), Romero ( 2 gol e 2 assist) e Skriniar (3 gol)

CENTROCAMPO

Tra i centrocampisti, tante sono le rivelazioni. I due giocatori con la miglior fanta-media sono Mkhitaryan e Veretout, rispettivamente di 7.7 e 7.65. I nomi sono tanti, ma i giocatori da cui non ci si aspettava un rendimento così alto sono sicuramente Politano, esterno del Napoli autore di ben 8 gol e 3 assist e Frank Kessiè, rigorista infallibile del Milan; tra le sorprese i 2 fantasisti del Verona Zaccagni e Barak oltre a Soriano  e Kucka.

Tra le grandi delusioni, andando in casa Fiorentina, non si possono non fare i nomi di Castrovilli e Callejon. Lo spagnolo in particolare doveva essere il colpo estivo della Viola per dare esperienza alla squadra ma in realtà è stato un flop totale: nessun gol realizzato e soltanto un assist, partendo titolare soltanto 6 volte. Altro giocatore che ha reso ben sotto le aspettative è Fabian Ruiz. Lo spagnolo ha realizzato soltanto un gol  in stagione contro la Roma nella gara terminata 4-0 per il Napoli

ATTACCO              

La più grande sorpresa fin qui è Nwanko Simy, attaccante 28enne del Crotone autore di ben 13 gol e 1 assist in 28 partite.  Tra le grandi rivelazioni non possiamo non mettere il giovane Vlahovic, attaccante classe 2000 che con i suoi gol sta trascinando la Fiorentina fuori dalla lotta retrocessione. Il serbo è stato autore di 12 gol e 2 assist in questo campionato in 27 presenze ed ha una media di 7.48. Sugli esterni, chi sta incantando di più è sicuramente Domenico Berardi, in gol anche ieri con la magia della nazionale nella partita contro l’Irlanda del Nord.

Tra i big, comanda Ronaldo con 23 gol, inseguito da Lukaku con 19. Ai piedi del podio troviamo Luis Muriel: il colombiano ha realizzato ben 16 gol e 7 assist, partendo da titolare soltanto 11 volte.

Tra le delusioni, primo fra tutti Victor Osimhen. Visto il prezzo pagato dal Napoli per aggiudicarsi il suo cartellino, le aspettative erano alte. Il  giovane attaccante napoletano, Però, è stato vittima di un lungo stop e ha realizzato solo 3 gol e un assist. Discorso analogo può essere fatto per Jeremy Boga . L’ala del Sassuolo dopo aver incantato la scorsa stagione non è riuscito a dare continuità alle sue prestazioni.               Altro grande flop è Giovanni Simeone: il ‘Cholito’ dopo essere partito alla grande realizzando 5 gol nelle prime 6 partite, nelle restanti 22 partite ha segnato soltanto un gol, collezionando voti gravemente insufficienti che hanno messo in dubbio la sua titolaritá.

Dopo la sosta parte il  rush finale dove ci si giocherà il tutto per tutto per vincere e allora non correte il rischio di sbagliare formazione e seguite la nostra rubrica NoiFantacalcisti.

a cura di Daniele Telesca e Filippo Medici