fbpx

Rinnovo Inzaghi: nessuna decisione presa, ma non è un problema di ingaggio

Come sempre accade quando c’è la sosta per le nazionali tutti i media, anche a livello nazionale, si dilettano a calcare la mano con il calciomercato. In questa consuetudine non poteva mancare stamattina la più classica delle indiscrezioni sul mancato rinnovo del contratto tra il mister Simone Inzaghi e la Lazio. Pochi giorni fà abbiamo letto che era stato proprio il Presidente Lotito a mettere tutto in “stand by”, mentre oggi alcuni organi di stampa hanno riportato la notizia secondo la firma non sarebbe ancora arrivata solo perchè Inzaghi ha ritenuto troppo bassa l’offerta di 7,5 milioni di euro più bonus in 3 anni che Lotito avrebbe messo sul piatto.

La notizia non è stata presa bene dall’allenatore piacentino, come ci confermano fonti attendibili vicine a lui.

Tra Inzaghi e la Lazio, infatti, non è stata mai questione di soldi. Bisogna ricordare come l’avventura come allenatore nelle giovanili iniziò quando ancora c’era in essere un contratto da giocatore ed in quel caso furono molti i milioni di euro lasciati sul piatto da parte del mister. Anche la seconda avventura come allenatore della prima squadra è nata in un periodo di impopolarità del Presidente Lotito che quella volta era alle prese con le bizze de “el loco” Bielsa.

Non si può nascondere che al momento ci sia qualche frizione, ma queste non possono addebitarsi unicamente alle fantomatiche richieste economiche di Inzaghi. Tornando indietro di solo due anni ricordiamo che dopo il trionfo in Coppa Italia contro l’Atalanta nel 2019 le parti si presero diverso tempo prima di arrivare alla firma del contratto e questo potrebbe ripetersi anche questa volta. La Lazio è la società che ha lanciato come allenatore Inzaghi e lui l’ha ripagata portando a casa tre trofei, una qualificazione in Champions dopo oltre venti anni con approdo agli ottavi di finale. E’ indiscutibile che questo connubio abbia finora funzionato per i meriti di Lotito nel credere nelle doti di Inzaghi ed i meriti del mister di valorizzare il materiale tecnico messogli a disposizione. Trattandosi di professionisti è nella naturalità delle cose valutare ed essere oggetti di valutazione, ma tra Inzaghi e la Lazio di sicuro non potrà mai essere solo questione di soldi.

Al momento quindi nessuna decisione è stata ancora presa sia da parte della società che da parte del mister, nonostante le mille voci che si inseguono che vedono l’allenatore in procinto di partire per Napoli piuttosto che per Torino. Dopo la sosta si entrerà nel momento più caldo della stagione e ci sarà bisogno di unione per arrivare agli obiettivi prefissati, sia in campo che fuori dal campo. I margini per arrivare alla firma ci sono e forse basterà un incontro tra Lotito ed Inzaghi, come successo già in passato, per chiarire il tutto.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 1018 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione