fbpx

ESCLUSIVA – Vincenzo Morabito: “Muriqi? Forse non è adatto per il gioco di Inzaghi. Il prossimo anno la rosa deve essere ringiovanita”. E sugli eventuali obiettivi…

La redazione di NoiBiancocelesti ha contattato il noto agente Vincenzo Morabito, per una bella chiacchierata sulla Lazio e sul mercato biancoceleste.

Vincenzo buongiorno. La Lazio, domenica, gioca contro l’Udinese per riprendersi il sogno Champions, infranto dal Bayern mercoledì…

“Sarà una partita fondamentale per la Lazio. Gli uomini di mister Inzaghi non hanno più jolly da poter spendere. Se vogliono ritornare in Champions dovranno fare filotto, provando a vincere tutte le dodici partite che le rimangono. Affronteranno un’Udinese in salute, che raggiunta la salvezza, giocherà senza nulla da perdere. Sarà dura tornare con i tre punti…”

Entriamo in tema mercato. In Friuli giocano due giocatori che potrebbero far comodo a Formello: il gioiello De Paul ed il forte difensore olandese Nuytinck.

“Sono due giocatori che farebbero comodo alla causa laziale. Rodrigo De Paul è il giocatore che ti fa compiere il salto di qualità, quello che non è stato fatto questa estate, dove secondo me si doveva fare di più. Certo mi dirai che per De Paul ti chiedono 45 milioni, ed io ti rispondo che li hanno spesi quei soldi in ruoli già coperti o comprando in questi anni giocatori che ti sono rimasti in rosa e non riesci a cedere, come Durmisi o Vavro, ultimo di una lunga lista. Se la Lazio vuole crescere deve puntare a questi nomi, profili internazionali come Giroud. Anche Nuythink sarebbe un acquisto di qualità. Parliamo di un grande professionista che conosce bene il nostro campionato, cresciuto moltissimo in questi anni in Italia. Come è stato per De Vrij, l’Italia continua a fare scuola a livello difensivo. Ho la sua procura, abbiamo rinnovato con l’Udinese, ma con la giusta offerta si può prendere.”

Torniamo a Giroud, era vicino alla Lazio poi è arrivato Muriqi. Che è successo al gigante Kosovaro, il grande investimento del mercato laziale?

“Giroud sarebbe stato il centravanti ideale per la Lazio, avrebbe portato qualità ed esperienza come Klose ai tempi. Di Vedat Muriqi ti avevo parlato bene nella scorsa intervista, secondo me paga il fatto di non essere adatto al gioco di Inzaghi. Difficilmente le punte di Inzaghi vengono servite con palloni alti, si cerca il fraseggio o la profondità. Muriqi non è quel tipo di attaccante e chi lo ha comprato lo sapeva.”

Vincenzo, per il reparto difensivo sono già usciti i primi nomi: si parla di Pau Torres del Villareal e di Touba che gioca in Olanda nell’Rkc

“Per Touba sorvolerei, gioca in una squadra Olandese di bassa classifica, ha avuto esperienza nel campionato bulgaro, non è il giocatore di cui la Lazio ha bisogno. Diverso è il discorso per Pau Torres, uno dei difensori rivelazione del campionato spagnolo. Ed è classe 97. La sua valutazione è già elevata: intorno ai 20 milioni, ma sarebbe un prospetto che rafforzerebbe il reparto, visto che Tare la prima scommessa con l’arrivo di Kamenovic l’ha già fatta.”

Una squadra, la Lazio, che si regge ancora su tre colonne storiche: parliamo di Radu, Lulic e Parolo. Sarà il loro ultimo anno a Roma?

“Come si è visto a Monaco, sono ancora utili alla causa biancoceleste, ma la rosa va profondamente ringiovanita. I senatori dovranno essere i ricambi che in una stagione ricca di impegni come quella attuale sono fondamentali, ma non possono giocare sempre. Per chi non dovesse rinnovare, auspico un ruolo in società. La Lazio deve mantenere queste figure per continuare a diffondere il nostro spirito centenario.”

Ringiovanimento della rosa che non può contare però sulla squadra Primavera, in crisi di risultati da anni…

“Dalle squadre giovanili non riescono ad emergere giocatori utili alla prima squadra. La Primavera della Lazio è stato sempre uno dei punti di forza della società. Sono stati spesi 8 milioni per Raul Moro e si sperava nel giovane Armini, ma non riescono ad emergere nei campionati giovanili, dove rischiamo l’ennesima retrocessione. Come fa Inzaghi a farli giocare in Serie A? La Primavera e la prima squadra giocano con due moduli tattici differenti, cosa sbagliatissima. La Lazio fa parte della polisportiva più grande d’Europa, ha Bianchessi che sta facendo un grande lavoro, ripartendo dalle basi. Penso si debba cercare nel grande serbatoio di giovani che Roma e il Lazio mettono a disposizione e guardare anche negli altri sport della Polisportiva. Il Barcellona, altra grande polisportiva europea, pesca anche nelle altre discipline e li porta a giocare a calcio. Ne studia il fisico e le qualità mentali…”

Chiudiamo con l’angolo dei suggerimenti, sperando non ci leggano i DS di altre squadre. Fammi due nomi che porteresti subito a Roma

“Ti faccio i nomi di Charles Abi del Saint Etienne in Francia: ha venti anni e può giocare in tutti i ruoli dell’attacco. Secondo me è fortissimo. E poi un difensore che ho già proposto alla Lazio quando nel mercato invernale ne cercava uno: Bornauw, giovane belga under 21, che gioca nel Colonia.”

Grazie mille Vincenzo.