fbpx

Serie A, Lazio-Crotone, Inzaghi: “Vittoria soffertissima. Dobbiamo credere nelle nostre potenzialità. Caicedo per noi è importantissimo”

La Lazio vince per 3-2 contro il Crotone grazie ad un gol di Caicedo nel finale. Al termine del match il primo ad arrivare ai microfoni di Sky Sport il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi:

“E’ una vittoria che volevamo a tutti i costi dopo 4 sconfitte. Ci mancano i 3 punti di Bologna avendo avuto l’occasione per vincerla. Abbiamo qualche punto di ritardo e questa vittoria è stata soffertissima, ho fatto i complimenti ai ragazzi.

Solita Lazio, abbiamo giocato molto bene ma poi abbiamo preso gol evitabili, sono disattenzioni che possono costarti caro. Abbiamo vinto una partita importante.

Caicedo sappiamo tutti l’importanza che ha, ho pensato fino all’ultimo di farlo giocare dall’inizio e sappiamo che quando sta bene è una risorsa, poi è entrato e ci ha fatto vincere la partita. Anche gli altri subentrati dobbiamo ringraziarli perché hanno fatto molto bene.

Nella prima parte di stagione quando è stato bene Caicedo ha sempre giocato, Muriqi sta crescendo ed Immobile e Correa sappiamo quanto valgono, di volta in volta deciderò.

Immobile deve continuare a lavorare, capitano a tutti i momenti no, anche nel secondo anno ha avuto un periodo simile, ma deve credere in se stesso perché è fortissimo e tornerà a segnare.

Inizialmente pensavo di giocare con i tre attaccanti poi ho inserito solo Immobile e Correa.

Tutti sanno quanto è importante Radu per noi, quando ci è mancato, così come Ramos, si è sentito, ma la squadra deve essere forte anche senza di loro. Spero di riavere Ramos a breve.

Il Bayern? Sappiamo il loro valore, dopo la sconfitta sembrava che fosse crollato il mondo ma non deve essere così. Conosciamo anche il nostro valore, quindi dobbiamo andare avanti sapendo quanto di buono abbiamo fatto in Champions”.

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 185 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo