fbpx

Serie A, Lazio-Cagliari, Inzaghi: “Era una partita insidiosa ma i ragazzi sono stati bravi. Se stiamo bene e al completo ce la giochiamo con tutti”

Termina 1-0 per i padroni di casa, il posticipo della ventunesima giornata di campionato tra Lazio e Cagliari. Sesta vittoria consecutiva per i capitolini e aggancio al quarto posto a 40 punti. Al termine del match il primo ad arrivare ai microfoni di Sky Sport è stato l’allenatore biancoceleste Simone Inzaghi:

“E’ un mese che ho un problemino con la voce ma si risolverà. Sapevamo che era una partita insidiosa ma i ragazzi l’hanno interpretata bene, sono stati bravi, e abbiamo rischiato poco e niente dando seguito alla vittoria di Bergamo.

Credo che Luis Alberto possa arrabbiarsi con tutti tranne che con me. Credo che gli si debba fare un applauso per ciò che ha fatto negli ultimi giorni dopo l’operazione.

Noi avevamo due obietti inizialmente, tornare negli ottavi di Champions e poi vogliamo rimanere nell’Europa che conta, pur sapendo di avere davanti a noi 5 colossi. Quando non perdiamo pezzi per strada, ce la giochiamo alla grande, la squadra ora sta bene.

Siamo migliorati nelle distanze e negli orientamenti, gli attaccanti sono i primi ad aiutarci, poi ovvio che se molti dei nostri mancano riscontriamo problemi, ma se stiamo bene ce la giochiamo con tutti.

Abbiamo grandissimi rimpianti da quando è arrivato questo maledetto covid. Lo scorso anno eravamo in un momento strepitoso e ci stavamo giocando lo scudetto. Quest’anno in alcune occasioni siamo rimasti in 12-13 ed era invitabile perdere tanti punti in campionato. Ci siamo guardati in faccia ed abbiamo capito che per recuperare avevamo bisogno di grandi prestazioni. Ora dopo 6 vittorie di fila non dobbiamo fermarci e domenica ci proveremo.

Il contratto? Io credo ci debba essere una trattativa come in tutte le cose, il Presidente si è comportato benissimo come sempre e secondo me siamo a buon punto. Non ci saranno problemi”.

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 172 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo

Roberto Viarengo