fbpx

Campionato, Coppa Italia e Mercato: serve una settimana da leoni!!!

Tutto o quasi in una settimana… Sarà un vero “tour de force” quello che attende la Lazio da oggi sino al 1 febbraio. La gara in casa contro il Sassuolo, la doppia trasferta a Bergamo il tutto mentre si cerca di capire quale soluzione adottare in vista dell’infortunio a Luiz Felipe che terrà il difensore brasiliano lontano dal campo per qualche mese.

Servirà la massima concentrazione e sbagliare il meno possibile potrebbe essere la chiave per riaccendere la miccia di una stagione che, con l’impegno della Champions ed i tanti infortuni, sembrava scivolare verso lidi meno prestigiosi. Un plauso va fatto al gruppo squadra che dopo l’inopinato pareggio con il Genoa ha saputo inanellare tre vittorie consecutive che le hanno permesso di scalare posizioni e di riavvicinarsi al quarto posto che ora dista soltanto 3 lunghezze. Gli imminenti impegni di campionato con due dirette concorrenti come Sassuolo ed Atalanta saranno decisivi per dare continuità di rendimento e soprattutto per cercare di rosicchiare ancora qualche punto alle dirette concorrenti. Basti pensare che al termine del pareggio contro il Genoa la Lazio era scivolata a 8 punti dal quarto posto con la possibilità che i recuperi che si dovevano giocare potessero ampliare maggiormente questo distacco. Non è un caso, però, che i ragazzi di Mister Inzaghi abbiano cominciato a carburare quando l’infermeria si è quasi svuotata, e proprio nella scorsa settimana, con il reintegro in lista di Lulic ed il ritorno in gruppo di Fares ,le cose sembrano volgere per il meglio. La vittoria di ieri in Coppa Italia ha aperto ai biancocelesti le porte dei quarti di finale della manifestazione, che li vedrà scendere in campo mercoledì 27 gennaio proprio a Bergamo, contro la squadra di Gasperini. Una sfida che sarà sicuramente sentita da parte del tecnico orobico, che come è suo solito la trasformerà in un sorta di rivincita della finale persa due stagioni fa. Un crocevia fondamentale per preparare lo scontro diretto in campionato che sicuramente sarà altrettanto ricco di tensioni.

In questo clima positivo si è abbattuta come un macigno la tegola dell’infortunio di Luiz Felipe che costringerà la società ad effettuare una scelta fondamentale per il prosieguo della stagione. Le opzioni sono diverse dal reintegro di Vavro che ieri è stato impiegato per qualche minuto nella gara contro il Parma, all’acquisto di un giocatore esperto. I nomi in questo senso sono diversi ma i più caldi sono sicuramente quelli dello svicolato Papastathopoulos, dell’ex Juventus Rugani ora in prestito al Rennais, per passare a Maksimovic in scadenza con il Napoli. L’ultima alternativa sarebbe quella di puntare su un giovane under 22 che non occuperebbe un posto in lista campionato. La scelta della società potrebbe anche darci un’indicazione sul rinnovo del Mister che già in estate aveva chiesto con insistenza l’innesto di un difensore con esperienza nei maggiori campionati europei. L’eventuale scelta di puntare nuovamente su Vavro potrebbe far accendere un campanello d’allarme sul rinnovo che le parti in causa sembrano dare per scontato, ma che al momento non si è ancora formalizzato.

Se è vero che la squadra è riuscita a rilanciare le proprie ambizioni in campionato ed in Coppa Italia, dopo aver passato il turno in Champions, è giunto il momento, per la società, di battere un colpo per sopperire all’ennesima sfortuna con un giocatore gradito all’allenatore. Il reintegro di un calciatore che era stato ceduto in prestito e che non ha superato le visite mediche con il Genoa potrebbe essere la toppa che è peggio del buco. Da qui a fine mese, pertanto, la Lazio si giocherà, in campo e fuori, una buona fetta della stagione. Ed è necessario che tutte le componenti diano il massimo per rilanciarsi definitivamente verso un 2021 che ci riconsegni, almeno in parte, quello che la pandemia ci ha tolto.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 578 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione