fbpx

Coppa Italia, Lazio-Parma, Inzaghi: “Andiamo ai quarti con fiducia. Contento per Muriqi, sta lavorando bene dopo le difficoltà iniziali”

La Lazio accede ai quarti di finale grazie alla vittoria contro il Parma per 2-1 proprio nel finale. Nel postpartita, ai microfoni di Rai Sport +, è intervenuto il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi:

Abbiamo fatto un ottimo primo tempo creando tanto. Abbiamo preso due pali clamorosi approcciando molto bene la partita. Sono partite insidiose. Purtroppo abbiamo chiuso il primo tempo solo con un gol di vantaggio.

Il secondo tempo non lo abbiamo approcciato bene come il primo. C’è stata una situazione in cui è stato molto bravo Strakosha e poi abbiamo preso un gol commettendo un errore che non avremmo dovuto fare. Poi fortunatamente il gol di Muriqi ha chiuso la partita ed andiamo ai quarti di finale con molta fiducia.

Non dimentichiamo che Muriqi non ha potuto fare il ritiro con noi, poi ha preso il covid e quando è rientrato si è infortunato in nazionale, è quindi un po’ in ritardo di condizione ma negli ultimi 20 giorni si sta allenando molto bene. E’ un ragazzo propositivo e secondo me stasera è stato sfortunatissimo nell’azione del palo ma ha fatto un gran gol.

Lulic? E’ stata la nota più bella della serata, sappiamo cosa ha passato e sta rientrando bene, ora deve ritrovare la condizione giusta e ci sarà di grande aiuto.

Era importante tornassimo sui nostri ritmi ed è quello che stiamo facendo nelle ultime partite. Dopo il derby abbiamo avuto la sfortuna dell’episodio di Ramos e di Luis Alberto.

Mercato? Dobbiamo valutare la condizione di Luiz Felipe, ci stiamo guardando intorno per l’emergenza del reparto difensivo. Sokratis è uno di quei profili che si sta valutando.

Correa per noi è importantissimo e lo aspettiamo a braccia aperte ma credo che nei minuti d’impiego stasera abbia dimostrato di star bene.

I nostri due grandi obbiettivi di quest’anno erano di tornare in Champions e raggiungere gli ottavi. Con il Bayer sarà una partita proibitiva e credo che con tutti i giocatori a disposizione ce la saremmo potuta giocare nel migliore dei modi. La defezione di Ramos conterà parecchio.

Gli arbitri? Posso dire che siamo fortunati perché abbiamo arbitri competenti che ci aiutano, ho un ottimo rapporto con loro. Ci possono essere episodi in cui si sbaglia, come con noi a Genova, ma credo che quella italiana è una grande classe arbitrale, un esempio lo è stato l’arbitro di stasera”.

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 173 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo

Roberto Viarengo