fbpx

Serie A, Lazio-Roma, Inzaghi: “L’approccio alla gara è stato ottimo. Abbiamo dimostrato di voler stare nella parte alta della classifica”

Nel postpartita di Lazio-Roma, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è arrivato ai microfoni di Sky Sport per analizzare la gara:

Abbiamo fatto una grandissima gara, di rabbia, aggressività, corsa, determinazione. I ragazzi son stati splendidi ma lo avevo detto ieri in conferenza, avevo visto gli occhi giusti. A differenza delle altre volte, la preparazione era stata quella di 4 giorni ed è stata preparata nel migliore dei modi. I ragazzi sono stati bravissimi, abbiamo strameritato questa vittoria che ci da grandissima soddisfazione perché è voluta con tutte le nostre forze e l’aiuto dei nostri tifosi che oggi sono venuti in tantissimi, senza dimenticare che la Lazio ha lasciato dei punti ma avendo in 45 giorni 14 casi di covid di cui 11 in contemporanea, una partita ogni due giorni e mezzo, andando anche a Bruges in 13 e non è semplice. Stasera abbiamo dimostrato che vogliamo rimanere nella parte alta della classifica.

Penso che tutto l’approccio che ha avuto la squadra è stato ottimo. Caicedo ed Immobile erano i primi che ci aiutavano in fase difensiva. Abbiamo avuto un baricentro medio, tante volte ci siamo alzati tutti insieme o difeso tutti insieme, quello cioè che deve fare una squadra. Siamo contenti perché a questo derby ci tenevamo tantissimo. Avevamo giocato domenica quindi 5 giorni per prepararla e gli indisponibili diminuiscono. Se abbiamo le rotazioni e gli uomini a disposizione, secondo me possiamo dire la nostra.

Lazzari è stato bravissimo come tutti i suoi compagni. Ha fatto due bellissime partite con Parma e Roma, nonostante il brutto colpo che aveva preso contro la Fiorentina, ma in questi ultimi giorni ha dovuto fare degli antidolorifici. Sono molto contento per lui perché se lo merita, è un ragazzo molto propositivo ed amato dai compagni.

In classifica avevamo perso un po’ di terreno però ora dobbiamo mettere in campo la rabbia e determinazione che si è vista stasera, veniamo da tre vittorie consecutive. Sappiamo che il calcio è cambiato post-covid e a volte bisogna aspettare fino all’ultimo per capire quali giocatori possano essere a disposizione. Il mio augurio è quello di poter fare le scelte e ruotare questi giocatori che in questi 5 anni mi hanno dato tantissime soddisfazioni.

Kamenovic? E’ un ragazzo di prospettiva e giovane con buonissime qualità, lo vedremo col tempo. Ora il mio pensiero va a questi ragazzi, Fares lo stiamo aspettando, Correa e Lulic stanno arrivando e penso che Cataldi e Strakosha presto saranno con noi”.

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 173 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo

Roberto Viarengo