Lazio-Verona, le probabili formazioni: diverse incognite per Inzaghi

A poche ore dalla sfida contro il Verona, diversi sono i dubbi per Simone Inzaghi che deve fare i conti con diversi giocatori affaticati. I ballottaggi partono già dalla porta: Reina non ha convinto al 100% contro il Bruges ma tirarlo fuori significherebbe mettere in discussione entrambi i portieri al minimo errore, proprio per questo lo spagnolo dovrebbe essere confermato. In difesa assente Patric, ancora alle prese con il torcicollo. Sulla mediana molto probabile un turno di riposo per Luis Alberto che ieri non si è allenato; al suo posto uno fra Akpa-Akpro e Cataldi (favorito l’ivoriano). Dubbi anche in attacco, con Correa e Immobile non nel pieno della forma. Probabile che sia la coppia titolare a iniziare il match facendo poi posto a Pereira e Caicedo.

Nel Verona dovrebbe rientrare dal primo minuto Lovato, andando a prendere il posto dello squalificato Ceccherini. Ballottaggio sulla corsia sinistra fra Lazovic e Dimarco. Altro dubbio in attacco: Di Carmine è in lotta con Favilli per una maglia nel tridente. Confermatissimo Zaccagni, Barak potrebbe arretrare in mezzo al campo lasciando spazio in avanti a Salcedo.

PROBABILI FORMAZIONI

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Akpa-Akpro, Leiva, Milinkovic-Savic, Fares; Correa, Immobile. All.: S. Inzaghi

VERONA (3-4-2-1) Silvestri; Dawidowicz, Lovato, Magnani; Faraoni, Barak, Veloso, Lazovic; Salcedo, Zaccagni; Di Carmine. All.: Juric

Dante Chichiarelli

Nato a Roma, il 26 agosto del 1984, inizia ad appassionarsi al calcio a non ancora 6 anni, durante i Mondiali di Italia '90, quelli delle Notti Magiche e di Totò Schillaci. Di lì a poco tempo diventerà tifosissimo della Lazio, la squadra nel DNA di tutta la famiglia. Il suo bisnonno, Silvio Blasetti, giocò nella prima squadra della Capitale nei primi decenni del '900 e da quel momento tutta la famiglia iniziò ad appassionarsi ai colori biancocelesti. Al calcio affianca un'altra grande passione, quella per la scrittura e per il giornalismo. Dopo le scuole, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso "La Sapienza" di Roma e nel 2009, dopo aver collaborato per oltre due anni con "Sportlocale", settimanale sul calcio dilettantistico e giovanile, diventa giornalista pubblicista. Sempre in quegli anni inizia a frequentare il corso di giornalismo sportivo curato da Guido De Angelis e di lì a breve diventerà uno dei redattori della rivista "Lazialità". Nel corso del tempo numerose sono le collaborazioni con periodici on-line e cartacei. Nel 2011, per circa un anno, diventa Direttore Responsabile del mensile "Futuro Giovani Magazine". Ad oggi, nonostante gli impegni lavorativi, continua a coltivare le sue due grandi passioni che lo accompagnano sin dai primi passi della vita.

Dante Chichiarelli ha 68 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Dante Chichiarelli

Dante Chichiarelli