Crotone-Lazio, Immobile : “Del Ciro-Uomo parla gente che non lo conosce e mi da fastidio. Sono contento della vicinanza dei tifosi. Oggi sono rientrato ancora più carico di prima”

Il bomber della Lazio Ciro Immobile, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della gara con il Crotone, che ha visto i biancocelesti vincere per 2-0 proprio con un gol ed un assist del numero 17:

Mi ha dato fastidio che in queste settimane si sia parlato del Ciro uomo, senza però conoscerlo, e la cosa mi ha mandato su tutte le furie. Di solito sono uno che lascia correre perché sono consapevole di essere sotto l’occhio della telecamera e tutti posso esprimere il proprio parere per quanto riguarda il calcio, ma quando si parla di alcuni aspetti, certe cose mi fanno rabbrividire e questo era solo per concludere una storia che mi ha dato dispiacere.

Anche per l’esultanza – ride – mi dispiace deludere ma non era rivolta a chissà quali persone, ma ad un gruppo d’amici per un gioco in cui si fa proprio quel gesto li (di fare silenzio). Me lo avevano chiesto e l’ho fatto con molto piacere.

Ci sono stati dei momenti in cui ero pronto per andare (in Nazionale) ma il tampone era ancora positivo ed ho dovuto rinunciare a giocare le due partite e a stare vicino ai miei compagni per raggiungere l’obiettivo della final four di National, però sono davvero contento delle partite che hanno fatto. Ho sentito spesso il mister e tutto lo staff ed anche loro mi hanno fatto sentire tutta la loro vicinanza come la Lazio e tutti i tifosi. Ieri mi hanno riempito di hashtag e di messaggi che mi hanno fatto enormemente piacere.

Sono tornato ancora più carico perché quando affronti certe situazioni capisci quanto ti manca questo sport, quando lo fai con la passione che ci metto io. Oggi era la partita giusta per riprendere da dove avevamo lasciato prima della sosta”.

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 120 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo

Roberto Viarengo