Zenit-Lazio, Igli Tare: “Noi siamo in buona fede, ma serve uniformità. Immobile contro la Juve? Ha fatto il test poco dopo quello dell’UEFA, ed era negativo”

A pochi minuti dall’ingresso in campo delle squadre per la sfida di Champions League tra lo Zenit e la Lazio, ai microfoni di Sky si è soffermato a parlare il Direttore Sportivo biancoceleste, Igli Tare:

Penso che quando si tratta della Lazio, c’è sempre da raccontare. Abbiamo fatto dei tamponi regolari nella scorsa settimana e abbiamo ricevuto due volte la visita della procura federale a Formello. Abbiamo consegnato tutti i test fatti. Abbiamo ripetuto per due volte i test, venerdì e sabato. Immobile, Leiva e Strakosha sono risultati negativi e per questo motivo domenica sono stati presenti a Torino. Ieri è invece successa la stessa cosa che era già successa la settimana precedente con Pereira, e la settimana ancora prima con Hoedt: ci sono dei valori che vengono considerati in un modo diverso. Abbiamo collaborato con tutti gli organi competenti e consegnata qualsiasi documentazione. Ora aspettiamo le decisioni finali, però siamo in buona fede. E su questo non c’è niente da discutere. Verosibilmente Immobile potrebbe giocare domenica contro la Juventus perché nel tampone fatto ieri, mezz’ora dopo quello dell’UEFA, è risultato negativo. Eravamo convintissimi che lui, Strakosha e Leiva potevano stare con la squadra in questa trasferta. Ma nel rispetto delle regole e della competizione, abbiamo preferito lasciare perdere e aspettare la decisione di chi di competenza. Il caso Hakimi, con l’Inter, anche se non l’avrei voluto prendere come esempio perché riguarda un’altra squadra, è comunque molto simile al nostro. Risultare due giorni prima positivo e due giorni dopo negativo, significa che c’è qualcosa che non quadra. Ma non spetta a noi decidere e quindi lasciamo la parola agli organi competenti. Noi siamo completamente a disposizione per collaborare. Secondo noi serve uniformità. Altrimenti saremo qui ogni settimana a parlare di queste cose. Quella di questa sera, comunque, contro lo Zenit è una sfida molto difficile, perché è una squadra ferita, a zero punti. Per loro è l’ultima spiaggia. Allo stesso tempo noi dobbiamo approfittare del nostro buon momento e portare a casa una vittoria che sarebbe fondamentale per il passaggio del turno.”

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 869 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar