Il Pagellone di Noi Biancocelesti: settimana all’insegna delle grandi giocate. Giacomelli colpisce ancora. Mentre la partita di domani…

Settimana densa di impegni per i biancocelesti. Quella appena passata ha fatto tornare il sorriso a Inzaghi che porta a casa due vittorie tra Champions League e campionato. Andiamo ad anallizzare insieme le fasi salienti della settimana appena trascorsa nel nostro consueto Pagellone.

VOTO 8 a CIRO IMMOBILE

Con quelli realizzati in Champions e contro il Bologna, sono 128 le realizzazioni di Ciro Immobile in maglia biancazzurra. Agganciato e superato Signori, ora il bomber di Torre Annunziata è secondo da solo nella classifica all time laziale. Prossimo obiettivo Silvio Piola, al comando della vetta, ma nel frattempo ci sono altri obiettivi da raggiungere: andare avanti il più possibile in Europa e provare a ripetere le gesta dello scorso campionato. Senza di lui la Lazio va spesso in difficoltà: lo scorso anno fu determinante la sua assenza contro il Milan, quest’anno lo è stata la squalifica contro la Samp. Ciro Immobile e la Lazio, un binomio imprescindibile per entrambi.

VOTO 8.5 a LUIS ALBERTO

Se Immobile è fondamentale non da meno lo è Luis Alberto. Il centrocampista laziale continua a disegnare calcio come in pochi nella storia biancoceleste sono riusciti a fare. Il gol al Bologna è da cineteca, così come il lancio per il terzo gol contro il Borussia Dortmund. Il Mago sta facendo le fortune della Lazio anche in questa stagione ed è ormai un ellemento fondamentale nelle gerarchie di Inzaghi. Chissà che prima o poi non se ne accorga anche la Spagna che fino ad oggi ha ignorato il talento biancoceleste nonostante prestazioni notevoli da ormai più di un anno.

VOTO 10 al TERZO GOL CONTRO IL DORTMUND

Se ne è parlato poco, ma a livello di creazione e finalizzazione il terzo gol messo a segno contro il Borussia Dortmund è da manuale del calcio. Lancio millimetrico da centrocampo di Luis Alberto (sempre più simile nelle giocate ad un mostro sacro come Juan Sebastian Veron), movimento perfetto di Ciro Immobile con assist al bacio per l’accorrente Akpa-Akpro. Un’azione da far vedere e rivedere nelle scuole calcio, perché tutti siamo tifosi ma davanti a giocate del genere anche la persona meno sportiva non può che alzarsi in piedi ed applaudire. “Rifatte l’occhi, stamo a giocà a pallone”.

VOTO 2 all’ALLARME COVID

Le ultime notizie alla vigilia della sfida contro il Bruges parlano di una Lazio decimata dalle assenze. Motivo? Ancora niente è ufficiale, ma nelle ultime ore è iniziata a circolare voce di un possibile allarme Covid per gli uomini di Inzaghi. All’allenamento odierno mancavano all’appello Luis Alberto, Immobile, Pereira, Leiva, Lazzari, Luiz Felipe, Strakosha, Djavan Anderson, Armini, Cataldi ed Escalante. Il gruppo è stato rinfoltito da molti membri della primavera ma al momento la sfida contro i belgi sembra a rischio, tanto che i Bookmakers hanno tolto le quotazioni sul match di domani.

VOTO 2 a GIACOMELLI

A volte ritornano. Stavolta non riguarda direttamente la Lazio, ma l’arbitro Giacomelli è tornato a colpire nella sfida di lunedì sera fra Milan e Roma. Un calcio di rigore regalato alla squadra di Fonseca, uno altrettanto discutibile concesso al Milan ed un fallo di mano in area giallorossa ignorato dal fischietto di Trieste. Quando fu la Lazio a soccombere alle sue scellerate scelte contro il Torino, i tifosi biancocelesti vennero accusati di lamentarsi eccessivamente. Da quel giorno Giacomelli ha sfoderato altre direzioni di gara quantomeno discutibili, fino ad arrivare ai grossolani errori di ieri. Possibile che un arbitro che ha dimostrato diverse volte i suoi limiti, continui a dirigere partite di serie A (spesso anche importanti)?

Dante Chichiarelli

Nato a Roma, il 26 agosto del 1984, inizia ad appassionarsi al calcio a non ancora 6 anni, durante i Mondiali di Italia '90, quelli delle Notti Magiche e di Totò Schillaci. Di lì a poco tempo diventerà tifosissimo della Lazio, la squadra nel DNA di tutta la famiglia. Il suo bisnonno, Silvio Blasetti, giocò nella prima squadra della Capitale nei primi decenni del '900 e da quel momento tutta la famiglia iniziò ad appassionarsi ai colori biancocelesti. Al calcio affianca un'altra grande passione, quella per la scrittura e per il giornalismo. Dopo le scuole, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso "La Sapienza" di Roma e nel 2009, dopo aver collaborato per oltre due anni con "Sportlocale", settimanale sul calcio dilettantistico e giovanile, diventa giornalista pubblicista. Sempre in quegli anni inizia a frequentare il corso di giornalismo sportivo curato da Guido De Angelis e di lì a breve diventerà uno dei redattori della rivista "Lazialità". Nel corso del tempo numerose sono le collaborazioni con periodici on-line e cartacei. Nel 2011, per circa un anno, diventa Direttore Responsabile del mensile "Futuro Giovani Magazine". Ad oggi, nonostante gli impegni lavorativi, continua a coltivare le sue due grandi passioni che lo accompagnano sin dai primi passi della vita.

Dante Chichiarelli ha 63 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Dante Chichiarelli

Dante Chichiarelli