Lazio-Bologna, conferenza stampa Inzaghi: “Domani gara insidiosa che dovremo affrontare al meglio. La Lazio non deve sottovalutare niente e nessuno. Servono umiltà, cattiveria e convinzione”

Come consuetudine, alla vigilia del match di campionato, nella sala stampa del centro sportivo di Formello, è intervenuto il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi per presentare la gara che i suoi domani disputeranno domani sera all’Olimpico, contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic:

“Martedì con il Borussia abbiamo fatto una grande gara ed a Genova ne avevamo fatta un’altra. Sta tutto nelle motivazioni e giocando in una grande squadra come la Lazio, le motivazioni non devono mai mancare. Dobbiamo mettere in campo quel che abbiamo messo martedì, ovvero umiltà, cattiveria e convinzione.

Oggi avremo un allenamento, ieri abbiamo fatto poco con chi ha giocato martedì, dovrò cercare di capire e valutare. L’importante è il recupero mentale perché è la testa che ti fa fare grandi prestazioni. Martedì abbiamo fatto una partita dove abbiamo speso, ma giocare in Champions è una fortuna che ci siamo meritati sul campo.

Reina è un portiere molto molto affidabile, c’è la possibilità che possa giocare ma non per le prestazioni di Strakosha. Lui giocherà quest’anno e farà rifiatare Thomas.

Per quanto riguarda Akpa è un giocatore che ha lavorato con grande umiltà e che pur avendo giocato martedì potrebbe giocare domani, ma oggi dovrò fare le mie valutazioni vedendo le condizioni generali di tutti.

Quella di domani è una partita insidiosa che andrà affrontata nel migliore dei modi perché troveremo un Bologna che ha raccolto meno di quello che avrebbe meritato in queste prime partite.

Sarà una partita intensa, Sinisa è un ottimo allenatore che da un’impronta alla propria squadra. Verranno a fare la loro partita e noi dovremo fare la nostra, sarà una gara molto molto impegnativa.

In difesa sono tutti importanti, sappiamo l’importanza che ha Radu nel nostro gruppo così come Ramos. Hoedt è entrato molto bene in campo martedì contro un avversario non semplice. Vavro sta cercando di ritrovare la condizione, non lo vedo da tre giorni però dopo un problema intestinale avuto martedì scorso. A Genova non erano alibi, ma noi abbiamo bisogno davvero di tutti i giocatori per le rotazioni necessarie.

Milinkovic ha preso una botta che l’ha costretto al cambio martedì, ieri non ha fatto l’allenamento sul campo ma confido di recuperarlo, vediamo se lo inserirò dall’inizio o a gara in corso.

La Lazio non deve sottovalutare niente, le partite di Champions passano attraverso il campionato dove abbiamo assolutamente bisogno di punti.

Domani dovremo valutare le condizioni di Pereira, Cataldi, Armini e poi a parte Radu e Lulic, compresi Lazzari ed Escalante, speriamo di averli a disposizione, fortunatamente ho ancora l’allenamento di oggi per capire le condizioni di tutti.

Muriqi potrebbe anche partire dal primo minuto nella partita di domani. Il kosovaro e Caicedo martedì hanno aiutato tantissimo la squadra. Immobile e Correa hanno fatto benissimo così come chi è subentrato e domani dovrei averli tutti e 4 a disposizione”.

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 117 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo

Roberto Viarengo