Il Pagellone di Noi Biancocelesti: preoccupa la difesa. Dov’è l’aiuto dal mercato?

Doppio impegno settimanale per la Lazio. Brutta sconfitta mercoledì in casa contro l’Atalanta; un buon pari quello di ieri davanti all’Inter di Conte. Il mercato è praticamente concluso: diversi i volti nuovi ma che ancora devono mettersi in mostra. Nelle ultime ore si lavorerà per le uscite e non dovrebbero esserci novità in entrata: manca all’appello almeno un difensore, riuscirà la dirigenza a migliorare il reparto che ad oggi sembra il più debole? Vediamo insieme i giudizi sulla settimana appena passata.

VOTO 5 alla DIFESA

Acerbi a parte, la Lazio non sembra trovare la giusta quadratura nel reparto arretrato. Alle già precarie condizioni della retroguardia capitolina, vanno ad aggiungersi gli infortuni di Bastos e Radu. Hoedt è il nuovo acquisto, ma – mentre scriviamo – ancora non è stato ufficializzato. Luiz Felipe non è ancora recuperato, servirebbe come il pane un altro centrale ma con tutta probabilità gli uomini a disposizione di Inzaghi rimarranno questi. Contro l’Atalanta sono emerse tutte le difficoltà del reparto. Contro l’Inter la difesa ha retto meglio ma diversi sono stati i brividi, in un assetto rimaneggiato con Parolo schierato al centro. A Inzaghi l’arduo compito di prendere le misure in una stagione dai mille impegni.

VOTO 7 al GIRONE DI CHAMPIONS

Zenit, Borussia Dortmund e Brugge. Queste le avversarie della Lazio nel girone di Champions League. Poteva andare sicuramente peggio ai biancocelesti che dopo 13 anni tornano ad assaporare l’Europa stellata. L’insidia più grande sembra arrivare dai tedeschi del Dortmund (secondi lo scorso anno dietro al Bayern) mentre più alla portata, almeno sulla carta, sembrerebbero le sfide contro russi e belgi. Sta alla Lazio non deludere: dopo tanti anni questa è la giusta occasione per tornare a far parlar di sé in Europa.

VOTO 7 a MILINKOVIC-SAVIC

Cross preciso dalla sinistra da parte di Acerbi, sul secondo palo giganteggia Milinkovic che con uno stacco imperioso schiaccia la palla alle spalle di Handanovic e trova il pari. Il Sergente è tornato e lo ha fatto alla sua maniera, prendendo per mano la Lazio e andando a pareggiare una partita che ormai sembrava indirizzata da tutt’altra parte. Anche quest’anno il serbo rimarrà alla guida del centrocampo: la Lazio gli è entrata nel cuore, difficile potersi vedere con un’altra maglia addosso.

VOTO 5.5 al MERCATO

Mentre scriviamo mancano poche ore alla chiusura del calciomercato e per la Lazio non dovrebbero esserci altri movimenti in entrata. Nella casella degli arrivi figurano: Escalante, Akpa-Akpro, Reina, Muriqi, Fares, Hoedt e Pereira. Se a centrocampo e in attacco la Lazio sembra uscirne rinforzata (vanno ovviamente valutate le scommesse Escalante e Akpro, oltre all’inserimento di Pereira e Muriqi), la difesa rimane la stessa, con un anno in più e la sola aggiunta di Hoedt, liquidato tre anni fa senza troppi rimpianti. Per la Champions ci si aspettava sicuramente qualcosa di più, soprattutto nel reparto arretrato. Riuscirà la retroguardia laziale a reggere il ritmo contro squadre di assoluto livello?

VOTO 5 al CAMPIONATO APPENA INIZIATO

Il calcio ai tempi del Covid è sicuramente diverso rispetto a quello a cui eravamo abituati: assenza di pubblico sugli spalti, gare rinviate, giocatori positivi e dunque indisponibili. Il campionato appena iniziato ha già messo in luce tutte le problematiche a cui si andrà incontro. Dopo il caso Genoa con quindici positivi, anche a Napoli sono stati riscontrati due casi e la ASL ha messo il veto sulla partenza del club campano direzione Torino. La Juventus è regolarmente scesa in campo, senza trovare però gli avversari. Si deciderà in queste ore il da farsi. Quel che è certo è che, ancor più dello scorso campionato, questo sembra falsato già in partenza tra gare rinviate e risultati a tavolino.

Dante Chichiarelli

Nato a Roma, il 26 agosto del 1984, inizia ad appassionarsi al calcio a non ancora 6 anni, durante i Mondiali di Italia '90, quelli delle Notti Magiche e di Totò Schillaci. Di lì a poco tempo diventerà tifosissimo della Lazio, la squadra nel DNA di tutta la famiglia. Il suo bisnonno, Silvio Blasetti, giocò nella prima squadra della Capitale nei primi decenni del '900 e da quel momento tutta la famiglia iniziò ad appassionarsi ai colori biancocelesti. Al calcio affianca un'altra grande passione, quella per la scrittura e per il giornalismo. Dopo le scuole, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso "La Sapienza" di Roma e nel 2009, dopo aver collaborato per oltre due anni con "Sportlocale", settimanale sul calcio dilettantistico e giovanile, diventa giornalista pubblicista. Sempre in quegli anni inizia a frequentare il corso di giornalismo sportivo curato da Guido De Angelis e di lì a breve diventerà uno dei redattori della rivista "Lazialità". Nel corso del tempo numerose sono le collaborazioni con periodici on-line e cartacei. Nel 2011, per circa un anno, diventa Direttore Responsabile del mensile "Futuro Giovani Magazine". Ad oggi, nonostante gli impegni lavorativi, continua a coltivare le sue due grandi passioni che lo accompagnano sin dai primi passi della vita.

Dante Chichiarelli ha 68 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Dante Chichiarelli

Dante Chichiarelli