Lazio-Atalanta, Inzaghi: “Siamo mancati negli episodi che determinano le partite. Sono convinto che faremo bene anche quest’anno”

Ai microfoni di Sky Sport è arrivato il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi che ha così commentato la partita dell’Olimpico:

 

Secondo me i ragazzi han fatto la partita che dovevano fare. Siamo mancati negli episodi che determinano le partite sbagliando sottoporta. Per quel che ho visto in campo il risultato non credo sia giusto. Dobbiamo analizzare gli errori fatti. Su 10 tiri in porta abbiamo fatto 1 gol, loro ne hanno fatti 4 su 5 totali.

 

Onore all’Atalanta che è una grandissima squadra ma secondo me faremo bene anche quest’anno. Puoi concedere 5 tiri in porta ma non 4 gol. Dovevamo difendere meglio tutti di squadra.

 

Io ho detto che eravamo in ritardo, la società ha lavorato, peccato per il calendario che ci ha fatto incontrare Atalanta ed Inter alla prima e alla terza, dato che nessuna squadra arrivata nelle prime 4, gioca due partite del genere nelle prime giornate. Sarebbe stato meglio disputare queste partite tra 20 giorni dopo la sosta quando saremmo stati al completo.

 

Giocheremo domenica con l’Inter in emergenza, con l’infortunio di Radu ho i difensori contati, con la sosta però riusciremo ad inserire i nuovi giocatori.

 

Penso che il ds abbia parlato riguardo al mercato. Dobbiamo recuperare energie per giocare con l’Inter, poi con la sosta recupereremo più giocatori. Sono convinto che faremo bene anche quest’anno, come detto, dobbiamo imparare a far girare a nostro favore determinati episodi.

 

Credo sia la prima volta che mi capita di perdere 4-1 avendo avuto 10 tiri a favore, il 65% di possesso palla, 500 passaggi a 300 e poi vedere un risultato finale così netto. Sicuramente farò rivedere ai ragazzi gli episodi in cui abbiamo subito gol, ma come impegno e voglia non posso dir nulla alla squadra”.

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 101 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo

Roberto Viarengo