Calciomercato Lazio: cos’è l’indicatore di liquidità e possibili sviluppi

Il mercato della Lazio è bloccato. O meglio, tante sono le trattative in dirittura d’arrivo ma queste vengono stoppate da una novità regolamentare: l’indicatore di liquidità. In realtà non stiamo parlando di una novità assoluta: la normativa della FIGC, infatti, è del 2015 ma soltanto oggi i tifosi biancocelesti ne sentono parlare.

La situazione sta bloccando l’ufficialità di Fares, quella di Hoedt e potrebbe condizionare eventuali nuovi acquisti. A meno che qualcuno non esca a titolo definitivo. L’indiziato numero uno è Bastos: il centrale angolano, che non rientra più nelle strategie di Inzaghi, da giorni sembra ad un passo dalla cessione ma fino a questo momento tutte le offerte, soprattutto dalla Turchia, sono state respinte dal giocatore. La Lazio sperava da giorni di poterne ufficializzare la cessione per poter finalmente annunciare Fares ma l’operazione di vendita dell’angolano ha subìto diversi stop e questo sta generando frustrazione sia nell’ambiente Lazio che in quello dell’ex Spal.

Ma cos’è questo famigerato indicatore di liquidità? Introdotto dalla Federcalcio nel 2015, viene utilizzato per determinare l’eventuale carenza finanziaria ed è calcolato attraverso il rapporto AC/PC tra le Attività Correnti (AC) e le Passività Correnti (PC).

Per farla semplice, si tratta di un indice che dimostra quando una società sia in grado di rispettare i propri impegni finanziari nel breve termine: per la stagione 2019/20 il rapporto massimo era fissato a 0,7, che sale a 0,8 per il 2020/21. Oltre a risultare un impedimento nelle trattative, il rispetto di questo valore è fondamentale per l’iscrizione al campionato di serie A. In caso di non conformità, si rischia inoltre il blocco totale del mercato. C’è un altro dato importante, però, di cui tener conto: la Co.Vi.So.C. controlla che i parametri siano rispettati in due momenti dell’anno: il 31 marzo ed il 30 settembre. Questo potrebbe significare che da qui al termine del mercato (5 ottobre) non necessariamente la Lazio dovrà vendere per acquistare: gli acquisti effettuati dopo il 30 settembre, infatti, potrebbero essere compensati da cessioni durante il mercato di riparazione.

Il provvedimento relativo all’indicatore di qualità è revocabile in caso di intervento dell’azionista di maggioranza o degli azionisti, che possono riportare l’indicatore in positivo tramite, ad esempio, un aumento di capitale. In assenza di contributi degli azionisti, l’unico modo per rientrare nei parametri è vendere per poi comprare: serve un saldo positivo tra acquisti e cessioni, non solo a livello di cartellino ma anche a livello di stipendi. Se ad esempio un calciatore con 2 milioni di ingaggio residuo venisse venduto a 5 milioni, il saldo che interessa l’indicatore di liquidità sarebbe +7 milioni.

Probabilmente nei prossimi giorni qualcosa inizierà a smuoversi. La Lazio ha necessità di fornire la rosa completa ad Inzaghi il prima possibile e la dirigenza dovrà lavorare moltissimo per accontentare il suo mister.

 

Dante Chichiarelli

Nato a Roma, il 26 agosto del 1984, inizia ad appassionarsi al calcio a non ancora 6 anni, durante i Mondiali di Italia '90, quelli delle Notti Magiche e di Totò Schillaci. Di lì a poco tempo diventerà tifosissimo della Lazio, la squadra nel DNA di tutta la famiglia. Il suo bisnonno, Silvio Blasetti, giocò nella prima squadra della Capitale nei primi decenni del '900 e da quel momento tutta la famiglia iniziò ad appassionarsi ai colori biancocelesti. Al calcio affianca un'altra grande passione, quella per la scrittura e per il giornalismo. Dopo le scuole, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso "La Sapienza" di Roma e nel 2009, dopo aver collaborato per oltre due anni con "Sportlocale", settimanale sul calcio dilettantistico e giovanile, diventa giornalista pubblicista. Sempre in quegli anni inizia a frequentare il corso di giornalismo sportivo curato da Guido De Angelis e di lì a breve diventerà uno dei redattori della rivista "Lazialità". Nel corso del tempo numerose sono le collaborazioni con periodici on-line e cartacei. Nel 2011, per circa un anno, diventa Direttore Responsabile del mensile "Futuro Giovani Magazine". Ad oggi, nonostante gli impegni lavorativi, continua a coltivare le sue due grandi passioni che lo accompagnano sin dai primi passi della vita.

Dante Chichiarelli ha 42 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Dante Chichiarelli

Dante Chichiarelli

2 pensieri riguardo “Calciomercato Lazio: cos’è l’indicatore di liquidità e possibili sviluppi

I commenti sono chiusi