Scudetto 1915, Mignogna: “Il Genoa fu colpevole di corruzione, ma graziato dai poteri istituzionali e dalla storiografia”

Sono state pubblicate oggi nel sito Laziostory alcune considerazioni dell’avvocato Gian Luca Mignogna – promotore della rivendicazione per l’assegnazione dello SCUDETTO 1914-1915 – sui tempi dilatati del procedimento in essere senza una vera e propria motivazione.

Anzi più il tempo passa, fa notare l’avvocato, più emergono dal passato fatti, circostanze e documenti che rafforzano le tesi a supporto della rivendicazione laziale e confermano che il campionato 1914/15 fu profondamente segnato da indebite influenze dei poteri istituzionali dell’epoca.

Come riporta anche Pianeta Genoa 1893, infatti, già nella stagione 1913/14 il club ligure venne processato a Vercelli per aver contravvenuto all’articolo 8 del Regolamento della Federazione contro il professionismo, rischiando la radiazione dai ranghi federali.

Nella stessa stagione 1914/15, oggetto della rivendicazione biancoceleste, come scive il “Bollettino Ufficiale” della Figc – solo recentemente rinvenuto e reso pubblico – nell’edizione n° 3 del 15 Novembre 1914 il Genoa fu accusato di un clamoroso episodio di corruzione che, laddove giudicato con la dovuta rigorosità, avrebbe completamente sovvertito le sorti di quel campionato, ma che, invece, fu processualmente “sminuito” dai poteri istituzionali dell’epoca e inopinatamente “celato” dalle successive cronache sportive e storiografiche.

L’articolo dell’avvocato Mignogna prosegue con altri esempi che riportano ad una condotta sul filo della legalità, da parte del club ligure, e conclude con una riflessione su antichi comportamenti ancora oggi in uso: “Per ragioni di mero tuziorismo storico, infine, giova rammentare che a quei tempi il concetto e la fattispecie giuridica del “conflitto d’interessi” ancora non erano stati né debitamente elaborati né formalmente codificati. La prassi di “gestire” le fonti calcistiche, invece, quella sì, parrebbe proprio che all’epoca fosse già perfettamente collaudata…”.

Nel frattempo per dare conforto e forza alla rivendicazione vi ricordiamo che è online la petizione pubblica, alla quale hanno aderito più di 37.500 persone, che è possibile sottoscrivere seguendo il link Lazio 1914/15 Campione d’Italia ex aequo!

L’Avvocato Gian Luca Mignogna

Giovanni Lando Fioroni

Laziale dalla nascita, dal 2011 dirigente della S.S. Lazio Motociclismo, narratore delle attività della Società Sportiva Lazio "la Polisportiva più grande ed antica d'Europa"... una vita in Biancoceleste!

Giovanni Lando Fioroni ha 227 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Giovanni Lando Fioroni

Giovanni Lando Fioroni