Lazio, Diaconale: “Su Acerbi si troverà una soluzione. Il rapporto tra i giocatori è molto stretto.” E su Milinkovic…

Il portavoce della Società Sportiva Lazio, Arturo Diaconale ha parlato sulle frequenze di “Non è la Radio“, affrontando molte questioni legate alla squadra. Buone notizie sul fronte delle sue condizioni di salute: “Potrebbe andare meglio, sono ancora in clinica, tornerò a casa in settimana spero”. Sulla lotta per lo scudetto Diaconale ha tante speranze: “La Lazio è in condizioni per poter diventare predominante nel calcio nazionale, non parte da zero. Abbiamo perso l’occasione di giocarci lo scudetto per l’interruzione da Coronavirus, non si vede perché non dovremmo riprovarci”. Parole che fanno ben sperare il popolo biancoceleste. Sullo sfogo di ieri di Acerbi Diaconale ha rassicurato i tifosi sul rinnovo del calciatore: “Sì, ho letto”, ma “io credo che poi alla fine si troverà una soluzione. Il clima della squadra, i rapporti tra i giocatori, tra tutti, è molto stretto”. E sulla Lazio in Champions? “La squadra può, anzi, si deve comportare bene per rimanere nello status che ha conquistato”. Sul calciomercato: “Fino ad ora le scelte del direttore sportivo, dell’allenatore e del presidente si sono dimostrate sempre felici”, ha precisato Diaconale, “io mi fido assolutamente di quello che verrà fatto”. E Milinković-Savić rimarrà? “Che io sappia sì”, ha affermato in conclusione.