Calciomercato Lazio: il punto al 5 settembre

La fiducia di metà agosto in casa Lazio per quanto riguarda il calciomercato si è piano piano smorzata e ha lasciato spazio alla preoccupazione. Quella di Inzaghi, soprattutto, che aveva chiesto dei rinforzi in tutti i reparti già per il ritiro, ma che fino ad ora ha visto ben poco. Le trattative per Muriqi e Fares vanno avanti ormai da un mese, ma la Lazio sembra intenzionata a chiudere in ogni caso per entrambi. 20 milioni ai turchi del Fenerbache per l’attaccante kosovaro (le ultime cifre dicono di 18,5 + 2 di bonus) e 10 alla Spal per l’esterno.  

Rojo Foto ANATOLY MALTSEV
Marcos Rojo con la maglia dell’Argentina

L’ultimo investimento sarà quello in difesa. Bastos saluterà a breve. A Sky Gianluca Di Marzio ha confermato l’accordo trovato fra i biancocelesti e l’Istanbul Basaksehir per un prestito con obbligo di riscatto a 2 milioni. Il Messaggero continua a mettere in pole il sudcoreano Kim Min Jae con la Lazio che avrebbe l’accordo con il Beijing Gouan intorno ai 15 milioni, ma non quello con il giocatore. Pista sempre aperta quella di Kumbulla, nonostante le smentite, e quella di Izzo (pallino di Inzaghi) per il quale il Torino chiede una cifra elevata. Nelle ultime ore è stato poi accostato anche Marcos Rojo, difensore argentino in scadenza con il Manchester United e reduce da un prestito all’Estudiantes. 30 anni, mancino, esperienza internazionale e una valutazione sugli 8 milioni di euro. 

jefferson lerma Getty
Jefferson Lerma, 25 anni, centrocampista

A centrocampo, con il graduale ritorno del perno Lucas Leiva, i biancocelesti dovrebbero essere a posto. Qualche giorno fa Abola, noto quotidiano spagnolo, aveva parlato di una proposta interessante della Lazio per Jefferson Lerma, centrocampista colombiano del Bournemouth. Sul giocatore, ormai ai ferri corti con il club inglese che è da poco retrocesso, c’è però in pole il Galatasaray. A chiudere (apparentemente) il discorso ci ha pensato comunque Tare che a Sportitalia ha dichiarato che il ragazzo non è un obiettivo. Una smentita da leggere con cautela, proprio come quella per Kumbulla. In quella zona di campo si sta comunque rivelando un valore aggiunto l’ivoriano Akpa Akpro, reduce da un buon ritiro ad Auronzo. 

 

C’è poi la questione David Silva. No, lo spagnolo ormai è acqua passata, ma c’è la possibilità che si continui a cercare un giocatore con quelle caratteristiche. Un trequartista, mezz’ala, magari mancino, che permetta a Inzaghi di passare al 3-4-2-1 ed avere una fonte di gioco diversa rispetto al solito Luis Alberto. Un’altra casella da provare a riempire da qui alla fine del mercato. Per l’amichevole di sabato 12 allo Stirpe con il Frosinone si spera di vedere facce nuove.