fbpx
( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Calciomercato Lazio: Tare potrebbe giocare una nuova carta per Kumbulla

Le indiscrezioni di calciomercato delle ultime ore sottolineano come Marash Kumbulla, obiettivo dichiarato della Lazio per rinforzare il reparto arretrato della prossima stagione, avrebbe invece scelto come prossima destinazione l’Inter. La società biancoceleste, però, non molla la presa, e forte comunque di un precedente assenso da parte del calciatore italo-albanese al trasferimento in quel di Formello, potrebbe rilanciare ulteriormente per convincere l’Hellas Verona a cedergli il difensore.

L’ultima offerta di Lotito al patron degli scaligeri, Setti, era stata di circa 20 milioni di euro più il cartellino di Andrè Anderson. La società gialloblu, però, aveva preso tempo, non ritenendo cospicua tale offerta e preferendo attendere altri segnali dalle altre squadre interessate al calciatore: Juve e Inter su tutti. I nerazzurri starebbero valutando la possibilità di arrivare ai 30 milioni di euro richiesti dal Verona e battere quindi tutta la concorrenza.

In questo contesto di stallo, però, la Lazio, secondo i bene informati, starebbe studiando un’ulteriore contromossa per convincere il Verona. E la carta che il Direttore Sportivo della società capitolina, Igli Tare, potrebbe giocarsi è quella di Cristiano Lombardi, esterno destro 24enne, di rientro dal prestito alla Salernitana e ricercato da diverse squadre (la SPAL lo avrebbe addirittura richiesto come eventuale contropartita nell’affare che porterebbe Fares alla Lazio). Un profilo certamente interessante, quello di Lombardi, che potrebbe convincere la dirigenza scaligera a cedere Kumbulla alla Lazio, permettendo a Simone Inzaghi di avere il difensore centrale ideale che potrebbe completare il reparto arretrato della sua squadra il prossimo anno.

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 893 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo