fbpx

Lazio-Cagliari, Simone Inzaghi a DAZN: “Felicissimi dell’obiettivo raggiunto. Se avessimo avuto meno infortuni sarebbe stato diverso”

La Lazio, a meno di intrecci clamorosi, è matematicamente in Champions League. Tanto l’entusiasmo in casa biancoceleste, soprattutto per Simone Inzaghi che, dopo la vittoria della Supercoppa Italiana, raggiunge l’obiettivo stagionale più importante.

Il tecnico piacentino non nasconde il suo entusiasmo ai microfoni di DAZN: “Una serata magica, importantissima, era un traguardo a cui tenevamo tanto e lo abbiamo raggiunto. Dopo la Supercoppa raggiungere la Champions era una cosa inimmaginabile, dopo 13 anni è meraviglioso”.

C’è delusione per quello che poteva essere e non è stato? “C’è un pizzico di rammarico, purtroppo dopo la sosta non ho potuto avere la mia rosa. Oggi avevo dei cambi importanti e a fine primo tempo ero abbastanza sereno nonostante lo svantaggio. 2-3 giocatori li puoi sostituire, 7-8 come ci è successo in questo ultimo periodo non è fattibile”.

Sul mercato: “Ho la fortuna di avere un direttore come Tare che sa il fatto suo. Abbiamo un ottimo rapporto e parliamo sempre. Ho grande fiducia in lui”

Obiettivi futuri? “Il prossimo anno sarà una stagione simile a questa, si giocherà ogni tre giorni, si farà più fatica, quindi ci faremo sicuramente trovare pronto. Stasera ero sereno, avevo tante alternative in panchina, Correa, Marusic, sono giocatori che ti possono aiutare”.

Come mai il cambio degli esterni? “Jony e Lazzari stasera mi stavano piacendo, stavano dando profondità alla squadra, però erano entrambi ammoniti e ho avuto un po’ paura. Li ho cambiati con Lukaku e Marusic che sapevo potevano darci una grande mano”.

Sula corsa di Immobile alla Scarpa d’oro: “Abbiamo lui ma anche Luis Alberto che è leader degli assist. Non sarà semplice ma vogliamo portare questi giocatori a vincere le rispettive classifiche”

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5633 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione