Lazio-Fiorentina, Immobile: “Vittoria importante, una risposta a chi ci ha criticato dopo Bergamo!”

Al termine del match è stato Ciro Immobile ad arrivare per primo, tra i giocatori laziali, ai microfoni di DAZN, ed il bomber biancoceleste ha detto la sua sulla vittoria di oggi ma si è tolto anche qualche sassolino dalla scarpa riguardante la sconfitta con l’Atalanta di tre giorni fa.

“Siamo contenti del risultato, di come abbiamo ribaltato il risultato. Abbiamo dimostrato ancora una volta lo spirito di questa squadra. A volte la gente non capisce che siamo stati fermi 3 mesi e dopo tutto questo tempo non potevamo essere gli stessi prima del lockdown. Sono soddisfatto della prestazione dei miei compagni. Il primo tempo siamo stati un po’ sotto ritmo ma venivamo da una trasferta davvero impegnativa. La ripartenza è stata davvero tosta, dobbiamo andare avanti senza guardare la classifica, fare quello che stiamo facendo dall’inizio di questa stagione fantastica.

Eravamo arrabbiati e delusi dopo la sconfitta di Bergamo, eravamo avanti 2-0 fallendo poi il colpo del ko. Ci siamo messi a lavorare, anche se avevamo poco tempo ma nella ripresa abbiamo fatto un’ottima gara. Ci sono state delle difficoltà iniziali, ma sapevamo che dovevamo stringere i denti e tapparci le orecchie soprattutto.

Non penso al record di Higuain, ho avuto tutto il tempo che sono stato a casa per pensarci. Ora devo solo pensare a far bene con la mia squadra, poi quel che verrà verrà. Devo tornare in forma perché lo so di non essere quello di prima, devo migliorare atleticamente, specie ora che mancano le ultime 10 partite e dobbiamo darci dentro.

La vittoria di oggi? Un messaggio a chi subito dopo la sconfitta di Bergamo ci ha puntato i riflettori addosso, è stata una trasferta difficile ed in questi anni molti, anche il Manchester City, ha sofferto li. Non siamo stati presuntuosi contro l’Atalanta, abbiamo dominato la partita per mezz’ora ma poi è andata male”.

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 66 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo

Roberto Viarengo