fbpx

Tanti Auguri Sora Lella!

17 giugno 1915, nasceva a Roma Elena Fabrizi, meglio conosciuta da tutti come la “Sora Lella”. La più piccola di sei fratelli, il più grande dei quali era il famoso Aldo, ebbe, su tutte, due grandi passioni in vita, la cucina ed il cinema. Esordì sul grande schermo nel 1958 all’età di 43 anni ne I soliti ignoti di Monicelli, accanto ad attori del calibro di Totò, Mastroianni, Gassman e Murgia. Seguendo le orme del fratello maggiore poi, oltre al cinema si dedicò anche al teatro, fino a diventare in seguito uno dei personaggi cult in alcune pellicole di Verdone.

Come detto, l’altro suo grande amore fu la cucina, una passione che la accompagnò poi fino alla sua scomparsa (Roma, 9 agosto 1993), aprendo inizialmente una trattoria a Campo de’ fiori e poi un ristorante sull’isola Tiberina, dal nome appunto Sora Lella, gestito ancora oggi dai nipoti.

Non nascose mai la sua grande passione anche per i colori biancocelesti, anzi, più volte ribadì il suo essere laziale, annoverando tra i motivi principali il fatto che la Lazio fosse nata prima della Roma e che lei, essendo romana, non poteva che essere laziale, anche perché quando nacque, la Roma neanche esisteva.

Bellissimo il bandierone dedicatole in Curva Nord che la raffigura in una scena del film Acqua e Sapone di Carlo Verdone, un vessillo per onorarla e ricordarla come uno dei tanti simboli di vera romanità legati alla prima squadra della Capitale.

Oggi avrebbe compiuto 105 anni e allora Tanti Auguri Sora Lella, ricordo di una Roma che non c’è più!

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 185 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo