fbpx

Chiellini avverte la Lazio: “Il suo attacco è poesia. Si goda il momento, ma non in eterno”.

C’è, da parte di tutti, addetti ai lavori e non, attesa ma anche grande curiosità per la ripresa del campionato e per come si svilupperà poi il rush finale che, si spera senza intoppi di alcun genere, dovrebbe portare ai consueti verdetti stagionali, su tutti l’assegnazione del titolo di Campioni d’Italia.

La Lazio, perlomeno sotto il punto di vista psicologico, sembra pronta a raccogliere la sfida lanciata dagli avversari, ma come si preparano gli altri ad affrontare la formazione di Inzaghi?

CHIELLINI: “LUIS ALBERTO, MILINKOVIC E IMMOBILE SONO POESIA”

 

In una corposa intervista riportata sulle pagine del Corriere dello Sport, il capitano della Juventus Giorgio Chiellini, tra i vari argomenti affrontati, ha ovviamente riservato un pensiero ai biancocelesti, attualmente ad un solo punto di distanza dagli uomini di Sarri.

“La Lazio sta facendo un percorso bellissimo. Ha acquisito la concretezza e l’equilibrio difensivo che le mancavano, davanti ha sempre fatto paura, attacca benissimo, ricordo un 6-1 alla Samp. Alberto, Milinkovic e Ciro sono poesia. Si godano questo momento, ma non in eterno”.

NON SOTTOVALUTARE L’INTER

Il capitano bianconero ha tenuto a precisare però che non sarà una corsa a due, perché di fatto in queste dodici giornate rimanenti non andrà sottovalutata la corazzata di Conte, a detta di molti, peraltro, la squadra con il calendario “più semplice” delle tre di testa.

“Perché tutti danno l’Inter per morta? Conoscendo l’allenatore e i giocatori non la trascurerei, in un mini campionato matto 9 punti sono niente. E se batte la Samp in casa i punti scendono a sei”.

Roberto Viarengo

Sono di Roma, classe 1981, Laziale da sempre. Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso l'Universitá la Sapienza di Roma, e con qualche esperienza di giornalismo sportivo alle spalle, sono attualmente impiegato presso una pubblica amministrazione. Le mie passioni a livello sportivo sono da sempre il basket Nba (sponda Lakers) ed ovviamente la Lazio. Prima volta allo stadio il 27/08/1986, l'inizio della stagione dei -9, con l'aquila sul petto della squadra di mister Fascetti e del bomber Fiorini, per sfidare Maradona e l'ex Giordano, da lì in poi è stato solo immenso Amore.

Roberto Viarengo ha 185 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Roberto Viarengo