Algoritmo fatale: finale di campionato amaro per la S.S. Lazio Women

Si conclude nella maniera più beffarda la stagione agonistica per la Lazio Women. Infatti dopo l’interruzione definitiva dei Campionati che il Consiglio Federale della FIGC aveva già disposto da giorni, è arrivato anche il verdetto sulla classifica finale del Campionato Femminile 2019/2020, sia di Serie A e sia di Serie B, con le conseguenti promozioni e retrocessioni.

Il Campionato è stato fermato alla sedicesima giornata quando in testa c’era il Napoli FC seguito, a due punti dalla Lazio Women (con una partita in più) a sua volta inseguita a due punti dal San Marino Academy; distanziate di molto tutte le altre squadre.  

Per delineare la classifica si è scelto di utilizzare il famoso algoritmo, di cui tanto si parla e si è parlato per il campionato maschile, che ha quindi determinato le prime due posizioni valide per la promozione nella massima categoria. A spuntarla sono state il Napoli, come è giusto che sia, visto il primo posto in classifica, ed a sorpresa il San Marino Academy, che ha sorpassato le biancocelesti per pochi millesimi di punto.

Nello specifico il verdetto è stato: 1° Napoli con 52,841 – 2° San Marino con 47,144 e 3° Lazio Women con 46,750 punti.

Davvero una beffa per le ragazze allenate da mister Seleman che durante la stagione hanno dimostrato di essere in grado di raggiungere l’obiettivo della promozione; un obiettivo solo rimandato perchè il gruppo, oltre che tecnicamente valido, è certamente anche molto unito e determinato. Caratteristiche che sicuramente non andranno perse e che saranno presenti anche nella prossima stagione quando le nostre aquilotte torneranno in campo per conquistare il giusto riconoscimento: quello di competere nella massima categoria.

Giovanni Lando Fioroni

Laziale dalla nascita, dal 2011 dirigente della S.S. Lazio Motociclismo, narratore delle attività della Società Sportiva Lazio "la Polisportiva più grande ed antica d'Europa"... una vita in Biancoceleste!

Giovanni Lando Fioroni ha 185 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Giovanni Lando Fioroni

Giovanni Lando Fioroni