Lazio, sei sotto attacco. Ma perchè proprio ora?

A volte è difficile comprendere il modo in cui determinati enti decidano di muoversi e di mettere in atto le proprie strategie. In questo caso neanche troppo. Ma l’ambiguità dell’attacco mediatico che in questi ultimi tempi, la Lazio e il suo padron Claudio Lotito, stanno subendo, resta senza dubbio tangibile.

Servizi e articoli sulla Lazio di certo non mancano, e stranamente non sono si presentano mai a favore di questa o della sua immagine: da chi parla di un insabbiamento dei contagi da parte della dirigenza laziale, fino a chi ha deciso di riesumare fatti accaduti più di dieci anni fa. Ma a quale fine? Perchè proprio ora? Se dovessimo seguire i nostri istinti più beceri, potremmo anche pensare che l’anniversario di una particolare data, abbia toccato nel vivo la psiche di qualche povero tifoso- giornalista, scatenando cosi una reazione anche a livello mediatico. Ovviamente stiamo scherzando (forse).

Resta però il dilemma: perchè accanirsi in tal modo su una delle società più trasparenti e in regola d’Italia? Difficile dirlo. Appare comunque strano, però, come questo accada in un momento cosi delicato per la società biancoceleste.

A testimonianza di ciò, le stesse parole del responsabile della comunicazione, Stefano De Martino, di qualche giorno fa:

Noto che c’è un tentativo di spallata in questi giorni. Alcuni contenuti che si sono letti questi giorni mi fanno dispiacere. Io credo che la Lazio sia sempre stata corretta ed è giusto rispettare il lavoro e la gente laziale. Oggi non consentiamo che questo rispetto venga meno, perché abbiamo dimostrato di essere una società sana che ha le idee chiare. Tutto questo è inaccettabile: non ci sono i contenuti per poter attaccare la dirigenza della Lazio, perché di riflesso si offende un popolo intero. Questo credo che sia uno straccio lanciato verso tutti noi. Questo non va bene e la società risponderà a tutto ciò che sarà tirato fuori. Se qualcuno è contrario alle idee che la società ha portato avanti mi dispiace, ma non permetteremo che venga attaccata

 

Andrea Solazzi

Nato a Roma il 6 Luglio del 1998. Attualmente studente di filosofia e aspirante giornalista. Sono quell'amico che puoi svegliare nel cuore della notte per parlare del potenziale inespresso di Meghni.

Andrea Solazzi ha 301 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Andrea Solazzi

Andrea Solazzi