Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha confermato il via libera alla ripresa degli allenamenti collettivi per le squadre di calcio. Nella versione del protocollo di sicurezza sottoposta dalla Lega Serie A e dalla FIGC al Comitato tecnico-scientifico sono inoltre spariti l’obbligatorietà del ritiro per calciatori e staff tecnici e quello della quarantena in caso di positività al coronavirus. Ed in tal senso il ministro ha inteso intervenire ai microfoni di Rai2:

“Mi sembra un’ottima notizia, finalmente gli allenamenti potranno riprendere. Sono state fatte valutazioni attente, la FIGC ha rivisto la prima proposta e questo ha aiutato. Ci sono chiarimenti su tempi di quarantena ed isolamento, si raccomanda il fatto che la necessità di tamponi non vada ad incidere sui cittadini e l’autoisolamento iniziale in modo di consentire alle squadre di avviare gli allenamenti. Niente quarantena di squadra? E’ così, ci siamo potuti arrivare perché la situazione oggi ha consentito di rivedere le regole in modo migliorativo. E’ stato fatto per il paese, è giusto che anche il calcio possa riprendere in sicurezza. Entro il 28 maggio decideremo la data di ripartenza del campionato”