Scarpa d’oro: Immobile è ancora primo, Haaland sale al terzo posto. E oggi gioca Lewandowski

Nella giornata di ieri si è ritornato ad assaporare, per certi versi, il gioco del calcio. In Germania, infatti, la Bundesliga è ripartita ufficialmente ed il primo gol “post-virus”, se così possiamo definirlo, è stato siglato  da Erling Haaland, il giovane attaccante norvegese in forza al Borussia Dortmund, salito agli onori della cronaca per la sua prolificità sotto porta. E proprio grazie al gol segnato ieri, nel derby della Ruhr, contro lo Schalke 04, Haaland è balzato al terzo posto della speciale classifica che, al termine della stagione, assegnerà la Scarpa d’oro, a quota 44, scavalcando anche Cristiano Ronaldo.

In testa a questa graduatoria resta sempre Ciro Immobile, a quota 54 punti, inseguito da Lewandowski, del Bayern Monaco, con 50 punti, che però, nella giornata di oggi, tornerà in campo per affrontare l’Union Berlino.

Ricordiamo che il prestigioso riconoscimento della Scarpa d’oro viene assegnato ogni stagione al miglior marcatore dei campionati europei secondo determinati parametri. Ogni rete realizzata, infatti, viene moltiplicata per il coefficiente assegnato al rispettivo paese. L’Italia, essendo tra le prime cinque del ranking UEFA (insieme a Francia, Germania, Inghilterra e Spagna), vede ogni marcatura moltiplicata per 2. Più basso (1.5) il coefficiente per i campionati dalla sesta alla ventiduesima posizione della classifica, mentre vanno moltiplicati per 1 tutti gli altri. Immobile, come detto, al momento, ha quattro punti e quindi due gol di vantaggio su Lewandowski a cui, però, rimangono da giocare nove giornate, compreso quella di stasera, contro le 12 di Ciro, nel caso la Serie A dovesse riprendere.

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 879 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar