Spadafora: “Protocollo? Possiamo parlarne, massima disponibilità”. E poi attacca Lotito e la Lazio…

Vincenzo Spadafora, ministro per lo Sport, ha parlato a Rete 4, nel corso della trasmissione Stasera Italia:

“Tutte le palestre, gli impianti sportivi, come quelli di tennis, potranno riaprire le loro attività dal 25 maggio. Il protocollo previsto per queste strutture non è irrealizzabile, con misure legate al distanziamento che possano consentire ai piccoli centri di riaprire in sicurezza. Molte di queste strutture hanno avuto danni enormi per la chiusura di 3 mesi, per questo abbiamo messo a loro disposizione un fondo per loro. Si parte il 13 giugno? Lunedì dovevano riprendere anche gli allenamenti del calcio sulla base di un protocollo che la Figc e la Lega calcio mi hanno proposto un mese fa. Oggi, con mia sorpresa, abbiamo capito che la Lega ha difficoltà ad attuare il protocollo che mi hanno proposto, perché le squadre non hanno i centri adeguati. Lunedì ripartono tutti gli sport di squadra. Se la Figc non ritiene ci siano condizioni per isolare la squadra si possono allenare come fanno gli altri sport senza isolamento. Possiamo parlarne, massima disponibilità. Si rispettino regole minime e gli allenamenti ripartano. Ho visto da qualche pagina di giornale il solito presidente un po’ furbetto che in barba alle regole ha fatto allenare tutta la squadra insieme. Da noi c’è disponibilità a far ripartire allenamenti. Se tutto questo va in successione non vedo perché non possa ripartire il campionato. Con l’evoluzione dei prossimi giorni, con la riapertura del 18 maggio, se la curva del contagio ce lo consentirà potremo rivedere in maniera meno restringente anche questa regola. L’auspicio è che le regole attuali vengano rispettate. Nessuno ostruzionismo o volontà di creare difficoltà”.