Calciomercato Lazio: per l’attacco Hagi e non solo. Mentre il Tucu…

Capitolo calciomercato. Dopo esserci occupati di difesa e centrocampo, chiudiamo il cerchio con il reparto avanzato e i con probabili sviluppi a cui potremo assistere, sia in entrata che in uscita. 

Partiamo da quello che i biancocelesti hanno già in casa: Immobile e Caicedo sono i punti fermi, il giovane Adekanye potrebbe andarsi a fare le ossa in prestito o, al limite, rimanere ulteriore alternativa. Poi c’è il “Tucu” Correa, in teoria inamovibile, ma il mercato su di lui sembra essere parecchio agitato. L’argentino sta bene a Roma e la società lo ha blindato, ma lui stesso recentemente ha affermato di sognare la Premier, e l’interesse dei club inglesi non manca (su tutti il Liverpool). 

In cima a tutti gli obiettivi dell’attacco c’è il romeno Hagi, come ha già confermato l’agente del calciatore (Calciomercato, dalla Romania parla l’agente di Hagi: ‘Sono in contatto con il Direttore Sportivo della Lazio’) ,il quale però afferma di essere stato contattato anche da Tottenham e City. Il profilo è quello del talento di prospettiva che Tare è solito strappare ai grandi club, e l’interesse è reale. 

Si cerca però anche un centravanti di ruolo, con il francese Giroud ormai tramontato. I due nomi principali sono quello del kosovaro Muriqi e del colombiano Luis Suarez, omonimo dell’attaccante blaugrana. Il primo è il classico ariete d’area di rigore e milita nel Fenerbahce. Il suo nome è accostato a biancocelesti già da diverso tempo ma negli ultimi mesi la sua valutazione si è alzata notevolmente grazie alle sue prestazioni e la concorrenza si è infoltita. Tanta concorrenza anche per il secondo, il 23enne attaccante del Saragozza in prestito dal Watford, che su Instagram ha ammesso l’interesse del club di Lotito. Su entrambi va registrata la presenza del Napoli, che perderà quasi sicuramente uno tra Mertens e Milik. 

Nelle scorse settimane era circolato anche il nome illustre di Memphis Depay, reduce da un infortunio e fermo a prescindere con il suo Lione per lo stop della Ligue 1. Questo tipo di profilo ci fa pensare a lui come un eventuale sostituto di Correa. La valutazione che ne fa il presidente Aulas è alta ma il rinnovo continua a non arrivare e, come già accaduto l’anno scorso con Fekir al Betis, il Lione potrebbe accontentarsi di una cifra minore. 

Più defilati il russo Dzyuba, che è in scadenza con lo Zenit, e Gaich, giovane centravanti argentino del San Lorenzo.