I medici di 17 club di Serie A scrivono alla FIGC: dubbi sui protocolli. Lazio, Juventus e Genoa non hanno sottoscritto la lettera

I medici di 17 club, sui 20 della Serie A, hanno inviato una lettera alla commissione scientifica della FIGC per chiedere chiarimenti sui protocolli da adottare in caso di ripartenza del campionato, con anche qualche piccola contestazione. Secondo quanto riferito da Repubblica le società che hanno chiesto informazioni sono: Atalanta, Bologna, Cagliari, Brescia, Fiorentina, Hellas Verona, Inter, Lecce, Milan, Napoli, Parma, Roma, Sampdoria, Sassuolo, SPAL, Torino e Udinese. Mancano dunque solo  Lazio, Juventus e Genoa. Le preoccupazioni maggiori riguardano le possibili conseguenze legali qualora un giocatore risultasse positivo durante gli allenamenti.

I medici hanno stilato una lista di venti punti, sollevando dubbi e problemi sull’applicazione logistica e pratica del protocollo. Il Covid-19 è inoltre considerato “malattia del lavoro”, e questo, a loro dire, comporterebbe responsabilità maggiori per i club, che temono un possibile nuovo contagiato tra i tesserati.