Lazio, Acerbi: “Giochiamo anche ad Agosto. Mi sto allenando due volte al giorno”

Il difensore della LazioFrancesco Acerbi, ha concesso un’intervista a Repubblica in cui ha parlato a tutto tondo dell’attuale momento della Serie A, dando la disponibilità a giocare anche ad Agosto pur di finire il campionato:

“La cosa peggiore, per me, è questa situazione ibrida. L’incertezza procura malessere. Non sai quando passerà, quando si tornerà in campo. Come spinta per la gente, come segnale di fiducia, sarebbe importante riprendere il campionato: si può giocare anche ad agosto, a porte chiuse. Mi sto allenando due volte al giorno, ho quello che serve per rafforzare il polpaccio e tenermi in forma. Abito da solo, mi piace stare in casa anche nella normalità, quindi in fondo faccio la vita di sempre, allenamenti a parte. Mi manca andare al campo, i compagni, l’adrenalina della partita, quello sì. La sera sento gli altri della squadra e i membri dello staff, mi faccio lunghe chiacchierate con la famiglia e gli amici. Non dobbiamo avere fretta, bisogna rispettare le regole imposte dal governo: meglio stare a casa una settimana in più che sbrigarsi a far ripartire tutto e poi ritrovarci nel tunnel per altri mesi. Non vedo l’ora di tornare a giocare, come del resto i miei compagni e i tifosi. Vincere il campionato con la Lazio sarebbe fantastico, ma conta di più la salute, e io ne so qualcosa, credetemi: la priorità è uscire da questo periodo terribile. Non credo che uscirò da questa situazione diverso. Perché ne ho passate di cose gravi, a partire dal tumore, e anche prima avevo toccato il fondo nella mia vita almeno un paio di volte. So che significa risalire. Quindi sarò incosciente, ma il virus non mi fa paura”.