“Scudetti e scudetti”

Di solito la squadra rivelazione di un campionato risulta la più simpatica. E’ un discorso di empatia. Lo è stato per il Verona, per il Cagliari quando queste hanno vinto uno scudetto.
Ma la Lazio no. Non è mai stata simpatica. Sicuramente dormiremo ugualmente di notte. Però è un dato di fatto. Chiaro e lampante.
Costantemente ignorati dall’opinione pubblica, dai media, da tutto il mondo calcistico che mal sopporta di vedere la Lazio al primo posto in classifica.
Addirittura si pensa ad una petizione, per quanto inconsueta, per proporre l’Atalanta come vincitrice di questo scudetto. Una squadra che, sotto l’aspetto del risultato sportivo, si trova a ben quindici punti dalla prima in classifica.
Tutto ciò diventa risibile se pensiamo a ciò che sta accadendo. Alle difficoltà pazzesche che ruotano attorno allo scudetto del 1915 dove, di fatto, non solo non si concluse un campionato, non solo non si giocò una finale, non solo la Lazio fu colpita nel proprio intimo dalla perdita di vite umane, di calciatori che diedero la vita per la patria ma il potere del calcio mostra le sue inopportune scuse pur di assegnare uno scudetto ex aequo con il Genoa, soltanto campione regionale.
L’Europa intera si sta interrogando su cosa è davvero accaduto nel 1915 ma qui da noi si pensa ad una petizione in favore dell’Atalanta.
Siamo anticipati? Si, lo siamo.
Ce ne importa qualcosa? Direi di no.

Pierpaolo Gentili

Scrittore, sceneggiatore e regista. Organizza laboratori di scrittura creativa. Tra le sue pubblicazioni più recenti: “La luna, inevitabilmente, e la vita”, “A testa alta” con Paolo Arcivieri, “Banco...Mat”, “L'amore rende belli” con Fabiola Cimminella, “Calcio d'inizio”. Tra gli incarichi assunti: Responsabile dell’ Ufficio Stampa del Notegen Club, del Teatro al Borgo e dell’ Associazione Culturale “Giano Bifronte”, redattore delle riviste culturali “Orizzonti”, “Versicolori”, Direttore Editoriale della rivista “Supertifo” con Daniele Caroleo. Conduttore radiofonico e opinionista presso emittenti locali, fondatore della rivista “Diffidare dalle Imitazioni”. Regista del film “Quel coniglio è un predatore”, scritto con Federico Rinaldi. Premi vinti: quattro volte segnalato al Premio Internazionale Eugenio Montale, il “Città di Giungano”, il “Premio Tritone”. Il “Premio Mondatori” nel 2018. Fa parte della Giuria del “Premio di letteratura calcistica Gabriele Sandri”.

Pierpaolo Gentili ha 27 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Pierpaolo Gentili

Pierpaolo Gentili