Lazio: le condizioni degli infortunati. E intanto Vavro viene sottoposto a dei controlli strumentali

Nonostante la ripresa degli allenamenti non abbia ancora una data certa, la Lazio si sta adoperando per rimettere in sesto tutti i suoi elementi e per poter ripartire con il gruppo al completo, o quasi. L’ultimo decreto del Presidente del Consiglio ha esplicitato la sospensione, almeno fino al 13 aprile, delle sedute di allenamento degli atleti negli impianti sportivi, portando quindi lo staff biancoceleste a rivedere di nuovo i suoi piani. Allora ecco che nella mattinata di mercoledì si è presentato inaspettatamente in Paideia Denis Vavro per degli esami strumentali. Il centrale slovacco è arrivato con tanto di mascherina lamentando un fastidio agli adduttori.  

L’impossibilità di svolgere il lavoro sul campo ha, per ora, impedito il recupero anche per gli altri giocatori fermi ai box. Capitan Lulic è fermo dalla gara contro il Verona e sta proseguendo la riabilitazione dopo l’operazione alla caviglia, così come continuano le cure di fisioterapia in Belgio per Lukaku. L’emergenza sugli esterni era l’unica grana con cui la Lazio aveva interrotto il proprio campionato, con Marusic che si era fermato dopo la trasferta di Genova a casa di nuovi guai muscolari: il montenegrino stava diventando l’arma in più di Inzaghi nelle ultime uscite. Infine Leiva gestisce i carichi di lavoro in quarantena monitorando il fastidio al ginocchio.